8 destinazioni sottovalutate in America centrale

Con antiche rovine, foreste pluviali, cime vulcaniche, capitali affollate, reliquie architettoniche e spiagge incredibili, l'America Centrale racchiude un pugno per le sue dimensioni. Dei suoi sette paesi, la Costa Rica riceve di gran lunga la maggiore attenzione, sebbene altri stiano iniziando a entrare in primo piano. Molti stereotipi e titoli cautelativi che hanno scoraggiato a lungo i viaggiatori stanno diventando sempre meno validi, e gran parte della regione è ancora matura per la scelta dei viaggiatori. Tenendo questo in mente, continua a leggere per scoprire perché queste otto destinazioni sottovalutate dovrebbero essere aggiunte alla tua prossima vacanza in America Centrale.


1. Isole di San Blás, Panama

Arden / Flickr

Arden / Flickr

Mentre da ovest Bocas del Toro è saldamente aggrappato al circuito dei backpacker, le isole di San Blás disperse offrono un'alternativa più rilassata a una sbalorditiva bellezza caraibica. L'arcipelago è composto da circa 400 isole e, con meno di 50 di loro abitate, non è difficile trovare la propria distesa di sabbia privata o un'intera isola. Sebbene l'arcipelago sia parte di Panama, la tribù indigena di Kuna ha mantenuto i diritti di autogoverno attraverso feroce determinazione. Hanno privilegiato la conservazione del loro stile di vita rinunciare a questo primo settore immobiliare per gli sviluppatori alberghieri, quindi i visitatori hanno la possibilità di soggiornare in famiglie locali o su imbarcazioni noleggiate. Oltre a mescolarsi con la Kuna, non c'è quasi nulla da fare qui. I visitatori possono esplorare i piccoli isolotti e le isole in barca o con le pinne. Gli amanti dello snorkeling dovrebbero recarsi alla barriera corallina al largo di Dog Island o di qualsiasi isola disabitata per la migliore visibilità. Prima di recarti in questo lontano paradiso, tieni presente che l'isola dispone di elettricità limitata, senza bancomat e pochi comfort.

2. Penisola di Nicoya, Costa Rica

Fotografia Zanzabar / Flickr

Fotografia Zanzabar / Flickr

I diversi e bellissimi paesaggi della Costa Rica, le pratiche ecologiche e l'apertura agli stranieri hanno reso popolare sia i pensionati che i turisti. Mentre le folle continuano a crescere, i viaggiatori più informati hanno individuato destinazioni più isolate e più difficili da raggiungere all'interno del paese. La penisola di Nicoya beneficia della sua posizione più remota: devi attraversare il Golfo di Nicoya in traghetto o avvicinarti a strade sconnesse dal nord. Non è una seccatura raggiungere Nicoya, ma lo sforzo ulteriore di arrivare qui ha contribuito a mantenerlo tranquillo e rustico.

La maggior parte dello sviluppo è sulla costa, che è anche sede di alcune spiagge di surf stellari. A sud, Malpais e Santa Teresa includono un numero di caffè e bar eleganti che si estendono su chilometri di ampie spiagge sabbiose. Dirigendosi verso est, dai un'occhiata alle famose pozze di nuoto delle cascate di Montezuma. La prima cascata e il buco del nuoto possono essere raggiunti in soli 30 minuti di escursione, mentre i prossimi due richiedono alcune abilità di arrampicata, anche se immergersi nella piscina rinfrescante è valsa la pena. Per un'occasione per avvistare la flora e la fauna della zona, dai un'occhiata ai sentieri escursionistici della Riserva Naturale Assoluta di Cabo Blanco, oppure dirigiti a nord verso il Parco Nazionale Marino Las Baulas per ammirare le tartarughe liuto notturno.

3. San Juan La Laguna, Guatemala

Callie Reed / Flickr

Callie Reed / Flickr

San Juan La Laguna si trova sulle rive del pittoresco Lago Atitlán, un lago di alta quota circondato da cime vulcaniche e sede di comunità indigene attive. Il lago Atitlán è innegabilmente popolare e, in alcune parti, un po 'invaso. Detto questo, la maggior parte dei visitatori si riuniscono in una manciata di locali – vale a dire la città principale di Panajachel, San Pedro La Laguna per le feste, o San Marcos La Laguna per ritiri yoga. San Juan La Laguna si trova a pochi chilometri fuori dalla mischia di San Pedro, ai margini occidentali del lago. Gli indigeni Tz'utujil hanno lavorato sodo per costruire le proprie infrastrutture turistiche a San Juan, quindi i visitatori sanno che i loro quetzal (la valuta guatemalteca) stanno direttamente a vantaggio della comunità. Un altro vantaggio di San Juan è l'abbondanza di opzioni escursionistiche che portano direttamente fuori dalla città – non è richiesto nessun bus di pollo. I mattinieri dovrebbero considerare la ripida salita fino a La Nariz del Indio (il Naso indiano) per una delle migliori viste sull'alba del lago mistico.

4. León, Nicaragua

Guillaume Baviere / Flickr

Guillaume Baviere / Flickr

Una volta teatro della rivoluzione e del conflitto, la seconda città più popolosa del Nicaragua è ora nota per il suo liberalismo, l'arte e l'architettura coloniale. Sebbene le sue strade non siano ordinate e conservate come quelle di Granada, León vanta ancora alcuni gioielli architettonici, tra cui la Cattedrale di León, la cattedrale più grande del Centro America. La scena artistica non si limita ai musei formali; murales espressivi e politici possono essere trovati in tutte le strade della città. Una varietà di altre attività a León contribuiscono a cause nobili, tra cui il supporto di La Isla Foundation per porre fine alla malattia renale tra i lavoratori della canna da zucchero e le comunità attraverso i proventi delle lezioni di spagnolo, yoga e salsa. Un'altra organizzazione, Sonati, utilizza i profitti di l-Treks e viaggi di imbarco sui vulcani nella catena vulcanica di Maribios per sostenere progetti di educazione ambientale. Con numerosi vulcani vicini e il Pacifico a soli 30 minuti, c'è molto da occupare i viaggiatori per giorni – se non settimane – a León.

5. Suchitoto, El Salvador

Václav Synáček / Flickr

Václav Synáček / Flickr

Nel complesso, il Salvador è senza dubbio il paese più sottovalutato del Centro America per il turismo. Probabilmente avrete sentito parlare più del tumulto politico e della violenza delle bande di El Salvador che della sua vibrante cultura, spiagge vuote e lussureggianti interni montuosi. Sebbene questa reputazione sia radicata in alcuni problemi molto reali, gran parte del paese è sicuro da visitare, soprattutto quando si prendono precauzioni di base.

La città coloniale di Suchitoto è una grande introduzione al Salvador, che offre una combinazione di attrazioni culturali e naturali. Il mercato del fine settimana di Suchitoto porta artisti, artigiani e venditori di generi alimentari nelle strade acciottolate e nella piazza di fronte alla chiesa bianca in stile spagnolo. Oltre il mercato, c'è una collezione impressionante di gallerie per una città così piccola. Non dimenticate di dare un'occhiata al Teatro Alejandro Cotto, che ospita eventi culturali per tutto l'anno ed è profondamente coinvolto con il festival artistico che si svolge a febbraio. Suchitoto si trova proprio accanto all'azzurro Lago Suchitlán, che può essere facilmente esplorato tramite sentieri appena fuori città. Un'altra escursione nelle vicinanze conduce alla cascata di Los Tercios, che presenta un'impressionante parete di roccia basaltica che si vede meglio durante la stagione delle piogge.

6. Distretto di Cayo, Belize

Dennis Jarvis / Flickr

Dennis Jarvis / Flickr

Visitare le spiagge del Belize, i cayes offshore e il Great Blue Hole sono esperienze incredibili, ma non perdere l'interno spesso trascurato del paese. Il distretto di Cayo del Belize comprende una parte interna considerevole del paese lungo il confine con il Guatemala. A parte la modesta capitale, Belmopan, la maggior parte del distretto è costituito da foreste e aree protette. La più grande di queste riserve, la riserva forestale di Mountain Pine Ridge, offre una tregua dal caldo delle pianure. All'interno della vasta riserva, i visitatori possono fare escursioni, kayak, nuotare in fiumi e cascate ed esplorare le grotte. Il Distretto di Cayo è anche la sede di Caracol, il più grande sito di rovine Maya in Belize. Caracol ammonta a oltre 35.000 edifici, molti dei quali ben conservati, tra cui lo Sky Palace, la struttura artificiale più alta del Belize fino ad oggi. Actun Tunichil Muknal, un sito maya meno visitato, consiste in una grotta contenente ceramiche e scheletri antichi, molti dei quali si ritiene siano stati sacrifici cerimoniali. A causa delle ridotte dimensioni del Belize, molte persone scelgono di visitare solo alcune di queste destinazioni in una gita di un giorno dalla costa, ma vale la pena passare qualche giorno nel distretto di Cayo per esplorare tutto ciò che ha da offrire.

7. Semuc Champey, Guatemala

Christopher Crouzet / Flickr

Christopher Crouzet / Flickr

Semuc Champey è un monumento naturale protetto negli altopiani del Guatemala centrale. Non è esattamente sottovalutato, ma la sua posizione remota e la distanza da altre destinazioni popolari lo rendono più tranquillo del già citato Lago Atitlán, specialmente durante la stagione delle piogge. L'attrazione principale per questo isolato tratto di giungla è la possibilità che offre di nuotare nelle piscine turchesi, scavate in un ponte di calcare lungo quasi 1000 piedi. Il fiume Cahabon passa sotto le piscine terrazzate, che scendono a valle attraverso una serie di cascate. In condizioni normali, le piscine sono incredibilmente calme e piacevoli per nuotare. Dalle piscine, i visitatori possono anche percorrere un tratto del fiume Cahabon e fare un tour della Grotta di K'an Ba. Per una vista a volo d'uccello delle piscine e delle cascate, fai una camminata veloce fino ad un punto panoramico sopra la linea degli alberi conosciuta come El Mirador. Sempre più compagnie di viaggi offrono escursioni giornaliere da Antigua e altre destinazioni popolari, quindi è consigliabile soggiornare nella vicina Lanquin per essere i primi sulla scena.

8. Gracias, Honduras

Yamil Gonzales / Flickr

Yamil Gonzales / Flickr

La pittoresca città coloniale di Gracias costituisce una base perfetta per esplorare il Parco Nazionale di Celaque e gli altopiani occidentali dell'Honduras. Il parco comprende una vasta foresta pluviale e la montagna più alta del paese, il Cerro Las Minas, che si trova a oltre 9.000 metri sul livello del mare. Celaque ha sentieri escursionistici per tutti i livelli di abilità a quote più basse, anche se vale la pena spingere per vedere la foresta pluviale, se possibile. La fitta foresta ospita una varietà di specie, tra cui puma e ocelot, ma è molto più probabile che si scorga una serie di scimmie, farfalle e rettili. Se la scarica di adrenalina del summit del Cerro Las Minas è quello che cerchi, è consigliabile dividere l'escursione in due giorni, poiché alcuni tratti della salita diventano ripidi come 40 gradi.

Una gita di un giorno meno faticosa da Gracias attende Copán, un sito di rovine Maya noto per le sue elaborate sculture, tra cui una scala coperta di geroglifici. Inoltre, non è necessario avere muscoli indolenziti per apprezzare un bagno in una delle tante sorgenti calde della regione. Situato appena fuori Gracias, le terme di Aguas Termales Presidente sono le più accessibili. Oltre alla sua posizione vantaggiosa per altre attrazioni, la città di Gracias è piacevole da esplorare per un pomeriggio a piedi, grazie a una manciata di pittoresche chiese, piazze e giardini botanici.

Ti piacerà anche: