A Haunted Hotel Soggiornare in una storica Niagara Falls Inn

Foto di Katherine Alex Beaven
Foto di Katherine Alex Beaven

Dalla strada, il Red Coach Inn sembra carino, caratteristico e adorabilmente accogliente. Il cielo può essere un sinistro grigio-blu, ma la locanda in stile Tudor inglese di 93 anni, con un primo piano in mattoni rossi, cancelli in ferro battuto nero e un tetto profondo, appare calda e accogliente. Puoi quasi immaginare un fuoco che arrostisce dentro. All'esterno, c'è una grande area salotto coperta dove diversi ospiti stanno sgranocchiando antipasti e sorseggiando vino. E, a pochi passi dall'altra parte della strada, i visitatori possono spiare una vista stupenda sulle cascate superiori del Niagara.

Quindi non immaginerai mai che una giovane donna sia stata uccisa al terzo piano della locanda.

Hotels in this story

Foto di Katherine Alex Beaven

Foto di Katherine Alex Beaven

Le cascate del Niagara, New York, guadagnarono popolarità come destinazione per la luna di miele nel 1800, quando la classe alta e gente famosa (fondamentalmente gli unici con i mezzi per viaggiare) affollavano le cascate e i parchi panoramici della zona, desiderosi di prendere parte alla sua aria di romanticismo. All'inizio del 1900, le Cascate del Niagara venivano formalmente pubblicizzate e commercializzate come la "Capitale della luna di miele del mondo". Fu durante questo periodo che la Red Coach Inn fu costruita, aprendo le sue porte al boom della luna di miele il 30 agosto 1923, ignara che solo quattro anni dopo avrebbe controllato la sua coppia più famosa.

Comincia la storia stregata

Foto di Katherine Alex Beaven

Foto di Katherine Alex Beaven

La storia racconta che una coppia di sposini ha fatto il check-in verso la mezzanotte della prima notte della loro luna di miele. Hanno ricevuto la Victoria Suite al terzo piano, una grande suite con più camere con viste fantastiche. Al mattino, la sposa fu trovata colpita a morte dal letto principale; la sua faccia schiacciata da un lato, battuta con un candelabro che suo marito aveva afferrato dal mantello.

Da quando il brutale omicidio, lo staff e gli ospiti hanno raccontato di aver visto una donna vestita con un abito bianco di pizzo vecchio stile che girava per l'hotel; hanno sentito cose che non possono spiegare, visto cose che non possono credere e la maggior parte le attribuisce all'apparizione. In un episodio di "Celebrity Ghost Stories", Barry Kopell (che ha recitato nella serie televisiva "The Loveboat") racconta di aver visto una giovane donna che indossa un abito da sposa scivolare attraverso il muro nel corridoio qui. "Si ferma, si gira verso Earl e me, e puoi vedere", dice, "la faccia non era … una faccia intera. Era una faccia che era stata mutilata; L'intera faccia è stata crollata. "Prosegue dicendo che la donna poi si avvicinò a loro due" con uno sguardo di rabbia e accusa ", come se fossero la colpa.

Controllo in una suite

The Windermere Suite; Foto di Katherine Alex Beaven

The Windermere Suite; Foto di Katherine Alex Beaven

Ho le chiavi della Windermere Suite, una suite con una camera da letto al piano terra con decorazioni d'epoca e assi del pavimento che scricchiolano al momento giusto sul tappeto. La trionfale Victoria Suite è a due rampe. Ma non posso entrare nel secondo; la suite è occupata per il fine settimana da un gruppo di giovani donne che festeggiano una festa di addio al nubilato. Mi chiedo se conoscono la storia infestata delle loro stanze, o semplicemente prenotato la suite da 1.100 piedi quadrati per le sue dimensioni. Incrocio alcune volte con loro mentre esploro l'hotel, ma tengo la bocca chiusa. Forse la tarda sposa ritardata godrà della loro compagnia.

Mentre aspetto un tavolo per la cena al ristorante dell'hotel, spoglio i due addetti alla reception, Leana e Heidi, per racconti orribili. Leana ammette di non aver creduto fino a quando una sera, quando un collega la chiamò da dietro il bar, indicando spaventosamente un armadietto solitamente ostinatamente ostinato che si era aperto senza sforzo di propria iniziativa. "Mi credi adesso?" Chiese il barista a Leana. Sbocco la mia testa nel bar poco luminoso della reception mentre ascolto la sua storia, cercando di immaginare la scena.

Altre storie orribili rivelate

Foto di Katherine Alex Beaven

Foto di Katherine Alex Beaven

"Abbiamo due fantasmi, ufficialmente / non ufficialmente", confessa Leana. "Una sposa e una bambina di quattro anni." Questa è una sorpresa. Ho sempre sentito parlare della sposa insoddisfatta. Più tardi, apprenderò come, prima della sua vita di locanda, la proprietà era sede di stalle per cavalli. Un enorme incendio distrusse tutto e una bambina fu trovata bruciata in una delle stalle carbonizzate. Ma per ora, ascolto alcune delle strane cose che gli ospiti del Red Coach hanno incontrato mentre stavo nella locanda, desiderando quasi che potessi sperimentarle anch'io – e quasi pregando che non lo facessi.

C'è la borsetta che giace nel mezzo del tavolo che viene gettata sul pavimento; l'uomo che sentiva qualcosa sfregare sul suo corpo anche se nessun altro era in giro; le foto che dovevano essere rimosse perché gli occhi seguivano gli ospiti inorriditi nelle loro stanze; l'esperienza del direttore generale con il rilevatore di movimento dell'allarme si spegneva, ripetutamente, quando era l'unico nell'edificio.

Perché sono venuto qui da solo, di nuovo?

Quindi parlo con Alanna. Lei è una credente. Perché? Perché nei quattro anni in cui ha lavorato al Red Coach Inn, ha raccolto una discreta raccolta di esperienze paranormali. Fortunatamente per me, è più che disposta a condividere. Uno in particolare mi si attacca mentre la padrona di casa mi fa sedere di fronte allo straordinario camino a doppia altezza del camino del ristorante. È solo ottobre, quindi non c'è il fuoco, ma la storia di Alanna si è svolta durante l'inverno, quando il fuoco sta bruciando.

"La mia famiglia viene di solito in visita in inverno", spiega. "Un anno vennero due miei nipotini. Entrarono nel ristorante sul lato accanto al caminetto. "Uno dei suoi nipoti guardò nel fuoco e chiese casualmente:" Zia Lannie, chi è quell'uomo nel fuoco? Perché è nel fuoco? "

Quando decido di esplorare

Foto di Katherine Alex Beaven

Foto di Katherine Alex Beaven

Dopo cena, con le storie ancora fresche nella mia testa, decido di esplorare. A differenza dell'ultima volta in cui ho osato soggiornare in un hotel infestato , questa volta mi attengo a un'app che trasforma il mio telefono in un misuratore di EMF. Niente assi, niente campane, niente fischietti – Voglio che gli spiriti parlino da soli.

Accendo il misuratore mentre passo davanti al campanello della vecchia nave: Leana e Alanna mi hanno detto che è risaputo che suonano rumorosamente senza che nessuno se ne accorga – e salgono le scale a chiocciola tra il ristorante e la reception. Una lettura "normale" è ovunque tra 40 e 60, e devo ancora rimbalzare da quel range.

Cammino attraverso la sala, la sala riunioni e un bagno. Niente. Poi, provo l'area della reception, il bar, il ristorante. Niente. È l'ora di chiusura e non sento nessuna campana della nave mentre mi dirigo verso la porta principale e giù per il marciapiede. Il piccolo cancello nero strilla mentre lo spingo. Salto, ma lo scuoto rapidamente.

Incontri spettrali

Foto di Katherine Alex Beaven

Foto di Katherine Alex Beaven

Sto armeggiando con le mie chiavi per aprire la grande porta di legno che conduce alla piccola sezione di suite su questo lato dell'edificio – la sezione delle suite che ospita la mia suite, così come la Victoria Suite. Una volta dentro, lascio cadere le mie cose nella mia stanza, facendo una rapida scansione che non legge nient'altro che "normale" sul mio lettore. Mi dirigo quindi verso la porta, decisa a fare una visita alla famigerata suite in cui la sposa è stata trovata assassinata tanto tempo fa. Bene, è così, mi dico. Se trovo qualcosa, succederà ora.

Mentre comincio a salire la scala, è tranquillo e mi sento come se fossi l'unica persona nell'intero edificio. Le scale aggiungono all'ambiente, scricchiolando a ogni altro passo. Le lampadine lampeggiano quel tanto che basta per farmi notare, ma abbastanza sottilmente da chiedermi se in realtà non lo sono, ed è tutto solo nella mia testa.

Guardo giù e il lettore EMF è negli anni '70, con punte leggermente più alte ad ogni passo. Quando raggiungo il terzo piano, è negli anni '90. Sono preso tra il voler credere che sia reale e scriverlo come un colpo di fortuna. Cammino verso la porta color crema con la scritta "Victoria Suite".

Fuori dalla Victoria Suite; Foto di Katherine Alex Beaven

Fuori dalla Victoria Suite; Foto di Katherine Alex Beaven

Forse i fantasmi sono reali, forse non lo sono, ma il lettore EMF spara fino a 124 non appena si trova davanti alla porta. Il mio cuore sta battendo forte. Sposto il telefono dalla porta e il contatore scende fino agli anni '70. Torna contro la porta e si infila contro i 120. Lo saluto davanti alla porta della suite vicina, nel caso si tratti di qualcosa di meccanico nella porta che causa le punte. Niente; scende a 43.

Ho colpito le scale, correndo di nuovo verso la mia stanza. Una volta al sicuro dentro, con la porta chiusa, mi siedo sul divano di fronte al fuoco, in attesa di un cucchiaio o una matita o qualcosa per volare attraverso la stanza. Ma poi ricordo che le signore alla reception non hanno detto che dalla mia camera non è mai stato riferito nulla, e mi accontento di un episodio di "Ghost Hunters" in TV.

Lettura contatori EMF; Foto di Katherine Alex Beaven

Lettura contatori EMF; Foto di Katherine Alex Beaven

La mattina dopo vedo una donna nel corridoio e non posso fare a meno di chiederle se fa parte della festa di addio al nubilato. "Sì," dice lei. "Spero di non averti fatto alzare la notte scorsa."

"No", rispondo. "Ma ero curioso di sapere se la tua stanza fosse infestata." Mi guarda come se fossi pazza. "Una donna è stata uccisa durante la sua prima notte di nozze", spingo. "È per questo che l'hai prenotato?"

"No, non ne avevo idea", ride. "Se ci sono dei fantasmi lì dentro, non erano lì la scorsa notte." Poi lei strizza l'occhio: "Forse siamo stati fortunati."

Leggi la nostra approfondita recensione e guarda qui altre foto del Red Coach Inn.

Link correlati: