Una lettera dall'editore: perché dovresti continuare a viaggiare

A Oyster, è sempre stata nostra missione prendere le congetture delle tue vacanze facendoti sapere esattamente cosa aspettarti prima del tuo arrivo. Ma in questo momento quell'obiettivo si sente più difficile di quanto non sia mai stato, perché il mondo è un luogo completamente imprevedibile. A volte sembra che un giorno non passi senza notizie di un'altra tragedia, da attacchi terroristici a disastri naturali, molti dei quali hanno un impatto sulle destinazioni di viaggio che copriamo.

È comprensibile che molti aspiranti viaggiatori leggano le notizie e sentano che preferirebbero semplicemente restare a casa. Ma anche se il viaggio è sconvolgente per molti in questo momento, crediamo anche che non sia mai stato più importante. Per noi, viaggiare non significa solo prendersi una pausa rilassante: è vedere le cose da una nuova prospettiva. Se questo significa viaggiare da qualche parte eccitando e non familiarizzando o socializzando al bar, speriamo che i viaggiatori incontrino persone provenienti da luoghi diversi e sentano prospettive che altrimenti non avrebbero sentito. Viaggiare al meglio ti insegna ad entrare in empatia, ad ascoltare, ad immaginare il mondo dalla prospettiva di qualcun altro. E il nostro paese e il nostro mondo hanno disperatamente bisogno di più di questa comprensione in questo momento.

Questo non è mai stato più chiaro di questo fine settimana, quando il presidente ha emanato un ordine esecutivo per vietare temporaneamente ai cittadini di sette paesi musulmani di entrare negli Stati Uniti. La nostra casa madre, TripAdvisor, ha denunciato questo ordine come spietato e discriminatorio, e contro i principi che rendono grande il nostro Paese. A Oyster, non potremmo essere più d'accordo, e pensiamo che tali misure polarizzanti influenzino negativamente la sicurezza della nostra nazione, non la migliorino. Siamo orgogliosi che l'ufficio Oyster includa una serie incredibilmente diversificata di dipendenti, compresi gli immigrati, e gran parte di ciò che è accaduto da quando Donald Trump ha prestato giuramento in quanto il presidente ha raggiunto un accordo molto personale con noi.

Al centro, Oyster.com è sempre stato un sito di opinioni e, se ci leggi, è perché apprezzi la nostra prospettiva sui viaggi e sugli hotel. Il viaggio e la politica sono sempre stati occasionalmente intersecati, e questo è certamente ancora il caso, specialmente quando il presidente degli Stati Uniti è un albergatore. Abbiamo già riferito su quale impatto le politiche di Trump potrebbero avere sul turismo, e continueremo a valutare in cosa significa la sua presidenza per i viaggi e per il mondo. Lo facciamo perché vogliamo ancora aiutarti ad avere la migliore vacanza di sempre e perché vogliamo che il maggior numero di persone possibile sia in grado di viaggiare e di poterlo fare in modo sicuro.

Se hai qualche idea che vorresti condividere, ti preghiamo di scriverci - come sempre, valutiamo la tua prospettiva. E speriamo che continuerai a valutare il nostro.

Kelsey Blodget

Senior Executive Editor, Oyster.com