Questa nuova app potrebbe aiutare gli hotel nella loro guerra contro Airbnb?

Quando Airbnb ha lanciato (e parzialmente creato) lo spazio di Sharing Economy nel 2008, nessuno era abbastanza sicuro di come avrebbe influito sul settore alberghiero e dell'ospitalità. Ora, quasi un decennio dopo, i numeri sono in, e, secondo un rapporto del 2015 commissionato dall'Associazione Hotel, si stima che gli hotel "perdano circa $ 450 milioni di entrate dirette all'anno a Airbnb". I maggiori capifamiglia del servizio di home-sharing sono New York , Los Angeles , San Francisco , Miami e Boston . Tra ottobre 2014 e settembre 2015, i viaggiatori hanno speso $ 2,4 miliardi di dollari per le prenotazioni Airbnb , con il 55 percento in queste cinque città.

Oltre ad evitare prezzi alberghieri notoriamente alti in alcuni punti, gli utenti di Airbnb sono attratti dall'idea di "vivere come un locale" mentre viaggiano. Non è molto più facile "entrare in un paio di scarpe locali" che stare nella casa di un vero abitante e chiamarlo tuo, anche se solo per pochi giorni. A questo si aggiunge il fatto che molti host forniscono guide scritte o scritte di prima mano ai loro quartieri e alle città, e hai qualcosa che sembra abbastanza intoccabile per gli hotel, anche quelli con servizi di concierge di prima qualità.

Bene, forse fino ad ora.

Hotels in this story

Trovare e riempire un vuoto nell'industria alberghiera

Foto via Porter & Sail

Foto via Porter & Sail

Le migliori idee nascono solitamente dal desiderio di qualcosa che non c'è, ma è disperatamente necessario. La differenza è se la persona che nota o meno sia proattiva o abbastanza esperta da mettere effettivamente in pratica questa idea.

Dopo aver trascorso anni viaggiando come scrittore di cibo e viaggi, Caitlin Zaino afferma che, a prescindere dalla boutique in cui si trovava, c'era sempre qualcosa che rimaneva invariato. "Mi sentivo come quando sono uscito dalla porta, non avevo idea di dove andare." Le piccole boutique non hanno sempre un servizio di portineria dedicato, e mentre il personale può senza dubbio dare ottimi consigli locali, non sempre hanno il tempo. È qualcosa che probabilmente abbiamo vissuto tutti in una volta o l'altra – e Zaino ha deciso di fare qualcosa al riguardo. Nel 2014 ha co-fondato Porter & Sail, un'app di concierge digitale che sta conquistando la scena dell'ospitalità. Oggi lavora come amministratore delegato.

La sua missione: portare tutte le idee di un grande concierge in un modo che abbia senso per il viaggiatore moderno.

Cosa fa per gli ospiti

Foto via Porter & Sail

Foto via Porter & Sail

Porter & Sail è un'app elegante e sexy che funge da estensione digitale del concierge di un hotel, ovvero, se il team del concierge dell'hotel è composto da musicisti, stilisti, registi, attori e redattori di viaggi e cibo.

L'idea principale di Porter & Sail è semplice: parla con un gruppo di influencer sulle città che conoscono meglio – dove vivono, lavorano e scatenano. Per gli scopi di Porter & Sail, queste persone sono chiamate "addetti ai lavori". Zaino dice che i migliori addetti ai lavori sono quelli che possiedono "credibilità, autenticità, competenza e una certa spavalderia". Immergiti nei dettagli di questi luoghi preferiti per mangiare, bere e divertirsi e poi condividerla esclusivamente con gli ospiti che soggiornano negli hotel partner dell'app in un modo facilmente accessibile e facile da digerire. Nessun marketing a pagamento, nessun voto peer casuale – solo suggerimenti in buona fede da fonti credibili.

Oltre ai consigli che vanno da "haute to hole-in-the-wall", gli ospiti che utilizzano l'app possono prenotare prenotazioni, acquistare biglietti per spettacoli e aggiungere "preferiti" ai preferiti attraverso l'app. In futuro, il team di Porter & Sail prevede di rendere l'applicazione ancora più simile a un concierge personale 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per gli utenti, con l'app che funge da collegamento affidabile tra l'hotel e l'ospite. L'idea è che l'app sarà in grado di fornire profili di personalità e preferenze agli utenti che potranno quindi essere meglio serviti attraverso l'app grazie a specifici punti di dati. Ma per ora, Zaino ritiene che la caratteristica principale dell'app sia la sua capacità di mettere "un senso di meraviglia [di viaggio] nel viaggio alimentato da questo potente prodotto tecnologico" – anche se è pronta a sottolineare che il design semplice dell'app non sente affatto la tecnologia.

Che cosa fa per gli hotel

Foto via Porter & Sail

Foto via Porter & Sail

In effetti, il design e il contenuto sono quelli che per primi hanno richiamato l'attenzione di Norma Alavedra, General Manager dello Yurbban Trafalgar Hotel di Barcellona . Per lei, il valore dei contenuti interni dell'app non è convincente per un hotel, dicendo "aggiunge prestigio al tuo marchio". Crede che fornire raccomandazioni intime ai suoi ospiti da parte della cineasta spagnola di Porter & Sail, Isabel Coixet Castillo "sia un valore importante punto."

Prima che arrivino gli ospiti di Yurbban, viene inviata una e-mail che li presenta a Porter & Sail, e quando effettuano il check-in e accedono a Internet, l'app inizia automaticamente a scaricare sul proprio dispositivo.

Quando abbiamo chiesto perché un hotel con un portiere avrebbe dovuto usare l'app, Norma ha spiegato che non tutti gli ospiti vogliono parlare con il concierge, e che a volte, il personale negli hotel senza un concierge dedicato (come la maggior parte degli hotel P & S) purtroppo non avere il tempo di chattare con ogni singolo ospite sui luoghi perfetti in cui andare.

"Non possiamo combattere la tecnologia", dice. E sembra che la crescita del 250% di Porter & Sail nei primi sei mesi del 2016 lo dimostrino.

Anche se non è chiaro al momento se qualcosa di simile potrebbe apparire per i nottambuli e gli host che usano AirBnB, al momento sembra che Porter & Sail potrebbe essere l'asso magico nella manica del settore alberghiero in questa battaglia.

Qual'è il prossimo

Le cose si stanno muovendo velocemente. La fase di incubazione di Porter & Sail si è svolta per tutto il 2014 e nel 2015 l'app ha lanciato il suo anno beta con 10 hotel. Sebbene i numeri dimostrino che i mercati europei sono molto più aperti al tipo di servizio che Porter & Sail sta offrendo, non sembra avere una crescita stentata; l'app di concierge ha più che raddoppiato le sue partnership a 35 hotel solo nei primi sei mesi del 2016. Il loro obiettivo per i prossimi sei? Per renderlo 100 o più.

Attualmente, il servizio di portineria digitale è disponibile a Londra , Barcellona , Singapore , Miami , Berlino , Madrid e Los Angeles . New York City , Sydney e Amsterdam saranno presto disponibili.

Inoltre, assicurati di scaricare la nuova app Oyster.com!

Link correlati: