7 Paesi che concedono i visti più lunghi agli americani

Il passaporto statunitense potrebbe non essere abbastanza potente come quelli provenienti dalla Germania o da Singapore, ma offre ancora un accesso preferenziale e tasse di visto ridotte per molti paesi in tutto il mondo. Destinazioni come la Cina e la Russia sono da tempo note per il loro arduo processo di visto per gli americani, anche per visite a breve termine. Ciò che viene spesso sottovalutato, tuttavia, è la manciata di paesi che rende facile per gli americani rimanere per lunghi periodi di tempo. Abbiamo compilato un elenco di sette paesi che offrono ai cittadini statunitensi i termini più lunghi per visitare e risiedere, da 240 giorni all'eternità. Se stai cercando una vacanza più lunga del solito o sogni di trasferirti per mesi o anni alla volta, queste destinazioni potrebbero essere per te.


1. Isole Marshall (indefinito)

Stefan Lins / Flickr

Stefan Lins / Flickr

Gli americani possono visitare questo poco conosciuto arcipelago del Pacifico senza visti per tutto il tempo che scelgono. I 29 atolli che compongono le Isole Marshall si trovano all'incirca a metà strada tra l'Australia e le Hawaii e contengono migliaia di isole. Il principale porto d'ingresso è l'Atollo di Majuro, che comprende anche la capitale Majuro. Anche se Majuro offre la maggior parte delle amenità e le opportunità più facili per socializzare con la gente del posto, vale la pena di avventurarsi negli atolli di distensione esterni per sfuggire all'inquinamento provocato dall'eccedenza. I Marshallesi sono esperti navigatori nautici, quindi non scoraggiatevi dalle modeste canoe a bilanciere utilizzate per percorrere le 750.000 miglia quadrate di oceano del paese tra 70 miglia quadrate di isole. Ci sono anche ampie opportunità per le immersioni subacquee, lo snorkeling e la pesca subacquea. Le Isole Marshall non possiedono alcuna vera attrazione da vedere, ma presentano piuttosto la possibilità di abbandonare la rete e sperimentare una cultura meno conosciuta, passeggiare spiagge vuote e vedere un paese che potrebbe essere sommerso dall'innalzamento dei livelli dell'oceano nel prossimo futuro. Per la massima trasparenza, c'è una tassa di $ 20 per lasciare il paese per chiunque abbia tra i 13 ei 59 anni, ma questo è un piccolo prezzo da pagare per un soggiorno illimitato nel Pacifico.

2. Micronesia (indefinita)

Matt Kieffer / Flickr

Matt Kieffer / Flickr

Un'altra nazione insulare nel Pacifico, gli Stati Federati di Micronesia offre ai visitatori americani l'altrettanto allettante offerta di un soggiorno a tempo indeterminato. La Micronesia ha un po 'più il nome di riconoscimento rispetto alle Isole Marshall, anche se vede solo circa 40.000 visitatori ogni anno. L'attrazione principale della Micronesia è la sua vasta barriera corallina. Chuuk Lagoon vanta oltre 50 relitti a varie profondità, consentendo agli amanti dello snorkeling di dare un'occhiata a barriere colorate ricche di vita marina. La massa continentale della Micronesia è molto più consistente delle vicine Isole Marshall, con l'isola principale Pohnpei che raggiunge un'altezza di oltre 2.500 piedi. Detto questo, la costa di Pohnpei e le isole minori sono vulnerabili all'innalzamento del livello del mare. Uno di questi luoghi sono le antiche rovine della città di Nan Madol. Si pensa che la città sia stata costruita intorno al 12 ° secolo, mentre gli isolotti sono stati costruiti in cima al corallo secoli prima. Verso l'entroterra, Pohnpei presenta una fitta foresta pluviale e cascate dirette alle pendici del monte Nahnalaud. Oltre Pohnpei, la Micronesia comprende circa 600 isole, con nove lingue distinte parlate tra i 100.000 abitanti sparsi in tutto l'arcipelago.

3. Svalbard, Norvegia (Indefinita)

Rob Oo / Flickr

Rob Oo / Flickr

Sebbene l'arcipelago di Svalbard faccia parte della Norvegia, gestisce la propria politica di immigrazione, che garantisce l'ingresso senza visti ai residenti di tutti i paesi. I visitatori stranieri possono anche ottenere permessi di lavoro a Svalbard, ma certamente richiede un po 'di durezza per mantenere l'inverno artico (solo 3.000 residenti permanenti lo fanno). Il punto più meridionale di Svalbard si trova 76 gradi a nord dell'equatore, rendendo l'arcipelago il luogo più a lungo permanentemente abitato sulla terra (escludendo alcune stazioni di ricerca). La Corrente del Golfo rende Svalbard più abitabile rispetto alle latitudini paragonabili altrove, il che significa che le estati sono sorprendentemente temperate. In effetti, l'estate è il momento ideale per esplorare il paesaggio incredibilmente accidentato, che comprende fiordi, ghiacciai, montagne e campi di ghiaccio spogli. Ci sono molte opzioni per attraversare anche la natura selvaggia di Svalbard. I visitatori possono andare a fare slitte trainate dai cani e in motoslitta fuori dalla città principale, Longyearbyen, e nel remoto interno. Considerando il terreno aspro di Svalbard e la realtà che ci sono più orsi polari rispetto alle persone, è consigliabile partecipare a un tour professionale. Altre esperienze uniche includono il tour delle baie piene di iceberg per avvistare balene e trichechi, così come il trekking verso l'avamposto russo Pyramiden. Pyramiden mette in mostra il contrasto tra la terra desolata creata dalle operazioni minerarie russe e lo sfondo del magnifico ghiacciaio Nordenskjöldbreen. Raggiungere le Svalbard dalla Norvegia continentale è abbastanza economico. L'arcipelago è lontano da una destinazione di lusso, ma la sua lontananza lo rende costoso per un paese già notoriamente costoso.

4. Albania (un anno)

Artur Malinowski / Flickr

Artur Malinowski / Flickr

L'Albania, a lungo isolata dalla maggior parte del mondo dal comunismo in stile stalinista, ora consente agli americani di rimanere fino a un anno senza visto. L'Albania ha gradualmente guadagnato attenzione come destinazione mediterranea a buon mercato dalla transizione democratica del potere nel 1992. La transizione era lungi dall'essere agevole, con un crollo del governo nel 1997, il che spiega perché l'Albania sia rimasta indietro rispetto ai punti caldi del turismo vicino come la Grecia e la Croazia. Oggi, i visitatori possono godere della gamma compatta della nazione di villaggi di montagna, spiagge e la vibrante capitale, Tirana.

I giorni di Tirana sotto il dominio comunista si sentono lontani tra le vivaci piazze pubbliche e gli edifici dai colori vivaci che rivestono i grandi viali. Il quartiere di Blloku, riservato esclusivamente alle élite governative durante il regime comunista, si è trasformato nel quartiere più chic di Tirana. Qui, troverai albanesi alla moda cenare e bere in bar e caffè alla moda, con un gruppo considerevole che si riunisce nella pubblica piazza fino a tarda notte. Tirana è sede di numerosi cimeli comunisti, moschee e musei, ma un'attrazione meno cospicua attende sotto terra a Bunk'Art. Questa doppia galleria e museo si trova in un bunker sotterraneo di cinque piani progettato per Enver Hoxha, l'ex leader comunista albanese. C'è dell'altro in Albania piuttosto che nella sua capitale, quindi lasciate le strade congestionate della città e dirigetevi verso la splendida costa. Luoghi notevoli includono la città di Sarande, così come le città più piccole di Dhërmi, Ksamil e Himara. Molti tesori nascosti attendono anche nell'entroterra dell'Albania, come l'affascinante città ottomana di Berat. L'interno dell'Albania è dominato dal Bjeshkët e Namuna (Monti maledetti in inglese), che raggiungono altezze di oltre 8.000 piedi. Sentieri escursionistici si collegano a piccoli villaggi immersi nelle valli di queste montagne suggestive. Ci sono numerosi percorsi brevi e di più giorni che portano fuori da Shkodra.

5. Georgia (un anno)

Maria Savenko / Flickr

Maria Savenko / Flickr

Da non confondere con lo stato americano della Georgia, la nazione della Georgia si trova nella regione del Caucaso al crocevia eurasiatico. La capitale della Georgia, Tbilisi, vanta ricchi siti culturali e un caffè attivo e una scena notturna. Nel frattempo, una miriade di attività all'aria aperta attendono tra le lussureggianti montagne e valli al di fuori della capitale. La maggior parte dei visitatori entra in Georgia via Tbilisi, e esplorare il labirinto di strade acciottolate della città è d'obbligo. La città vecchia mostra un mix di influenze, tra cui bagni in stile ottomano, edifici in stile Liberty e pittoresche chiese in mattoni. La fatiscente Fortezza di Narikala offre uno sfondo panoramico ai vicoli di case e caffè con balconi. I visitatori possono salire sulle scale precarie o ammirare la scena dall'alto sul tram aereo. Anche gli affollati mercatini di Tbilisi meritano un po 'di esplorazione, specialmente il mercatino delle pulci del sabato. Preparati per un intenso mercanteggiamento e contrattazione: il vino, gli oggetti d'antiquariato e l'arte locale meritano lo sforzo.

I visitatori troveranno un ritmo più lento di vita nella campagna montuosa. La regione di Svaneti, che è riuscita a evitare la conquista per secoli, offre eccellenti sentieri escursionistici e villaggi estremamente ben conservati. L'isolamento pacifico di Svaneti ha anche assicurato che molti dei dipinti e degli affreschi storici della chiesa siano sopravvissuti oggi. Un altro luogo storico, Vardzia, non sopravvisse all'assedio straniero, ma conserva ancora la sua magnificenza sopra la valle del fiume Mtkvari. Il sistema di caverne e scalinate di Vardzia fu costruito sul fianco della montagna da un re georgiano nel 12 ° secolo per servire da monastero per circa 2000 monaci. La città delle caverne contiene centinaia di stanze, una dozzina di chiese e un paio di dozzine di cantine. I georgiani prendono sul serio il loro vino, con le migliori annate provenienti dalla regione di Kakheti.

6. Palau (un anno)

LuxTonnerre / Flickr

LuxTonnerre / Flickr

L'arcipelago di Palau con oltre 500 isole si trova tra le Filippine e Guam nell'Oceano Pacifico. Come le altre nazioni delle isole del Pacifico in questa lista, Palau è scarsamente popolata e si estende su una vasta area. Una delle principali differenze è la topografia di Palau sulle isole calcaree coperte da foreste. La più nota di queste isole rocciose è Eil Malk – non per il suo nome, ma per il suo lago marino interno, che è pieno zeppo di meduse. Conosciuto come Jellyfish Lake, questo è solo uno dei circa 70 laghi marini in tutta la catena dell'isola che sono collegati all'oceano attraverso tunnel e vuoti nel calcare. Jellyfish Lake vede milioni di meduse dorate che viaggiano attraverso il lago ogni giorno. E poiché le meduse sono prive di pungiglioni, i visitatori possono fare snorkeling tra gli incredibili animali in modo sicuro. Oltre a nuotare con le gelatine, ci sono diversi siti di immersione di fama mondiale – vale a dire, Ulong Channel e Blue Holes.

Nonostante le sue dimensioni (Palau ha una popolazione di 21.500 abitanti), ci sono una manciata di musei ben progettati che espongono la cultura locale di Palauan. Il Museo Nazionale Belau e Bai presentano opere d'arte locali e una tradizionale casa per riunioni sul tetto di paglia (chiamata bai a Palauan). Palau fu anche il luogo delle battaglie della seconda guerra mondiale, con diversi aerei, carri armati e altri relitti che ingombrano il paesaggio. Koror, l'isola principale, ha un eccellente campeggio isolato e trekking nelle sue spiagge interne ed esterne. Qui troverai anche la capitale, Koror City, una città piacevole con un sorprendente mix di bar e cucina internazionale.

7. Le Bahamas (240 giorni)

A. Duarte / Flickr

A. Duarte / Flickr

A differenza di molte destinazioni in questo elenco, le Bahamas non sono estranee al turismo, ricevendo circa sei milioni di visitatori ogni anno. Con un totale di 700 isole, le Bahamas ospitano molte splendide spiagge, foreste di mangrovie costiere, barriere coralline e una cultura isolana rilassata – tutti i motivi per approfittare della politica dei visti favorevole e prolungare il viaggio. La maggior parte dei visitatori a breve termine e per la prima volta si attengono alle principali isole di Grand Bahama e New Providence (Nassau). La vasta gamma di resort e attrazioni naturali di Grand Bahama nel Parco Nazionale Lucayan ne fanno una destinazione adatta alle famiglie. Il centro coloniale di Nassau è un successo per i suoi negozi, ristoranti e locali notturni. Inoltre, è vicino a spiagge di sabbia bianca. Un soggiorno più lungo consente anche di trascorrere più tempo tra alcune delle isole esterne. Prendi in considerazione l'isola più grande di Bahama, Andros , che ospita la terza barriera corallina più grande del mondo. I sub e gli snorkelers hanno una vasta scelta di barriere coralline, buchi blu e grotte sottomarine da esplorare. Un'altra opzione, Bimini , si trova più vicina a Miami rispetto a molte delle sue altre isole delle Bahamas. Bimini è rinomato per la sua pesca d'altura. I visitatori potrebbero voler fare una gita di un giorno a Big Major Cay, che ospita una troupe di maiali selvatici che sono diventati famosi su Internet per il loro desiderio di nuotare fino ai visitatori nella calma tranquilla. Un'opzione più fuori dai sentieri battuti è Long Island, situata nella parte meridionale dell'arcipelago. Qui troverai meno folle e più convenienti spiagge di sabbia rosa di Harbour Island.

Ti piacerà anche: