Cosa vuol dire per le Maldive rifiutare la tua entrata … Due volte

Il Mirihi Island Resort che non ho mai avuto modo di visitare

Il Mirihi Island Resort che non ho mai avuto modo di visitare

Dovevo essere all'inizio del viaggio di una vita. Invece, ero seduto su una panchina di metallo, singhiozzante, appena stato respinto dai doganieri delle Maldive ... per la seconda volta.

Facciamo un passo indietro prima che venissi inserito nell'elenco delle Maldive "non lasciare mai questa ragazza nel nostro paese". Come scrittrice e fotografa per TripAdvisor e Oyster.com, il mio piano era di visitare 25 hotel in tutte le meravigliose Maldive cadute nell'arco di tre settimane; Vorrei fotografare i resort (gratuitamente per le proprietà) e in seguito scrivere recensioni complete.

Così pochi giorni prima della mia epica sessione di singhiozzo, mi sono imbarcato su un volo in viaggio da New York alle Maldive, con una sosta a Dubai - un'escursione di 20 ore. Dopo aver visto tre film, letto diversi capitoli del mio libro e mangiato più cibo aereo del necessario, ho iniziato a compilare i moduli doganali richiesti. Non pensandoci affatto (e ovviamente volendo essere pienamente nella legge - e presumendo che fossi), ho segnalato che ero lì per affari, mentre il mio ragazzo (che mi avrebbe accompagnato per la prima settimana) ha segnato che era vacanza.

Hotels in this story

Arrivo alle Maldive

Siamo atterrati e siamo passati attraverso il sovraccarico per il nostro bagaglio spinto. Non ho potuto fare a meno di sorridere (ce l'abbiamo fatta! Ero alle Maldive!) Mentre camminavamo sull'asfalto e nel piccolo aeroporto, dove diversi agenti doganali erano pronti a timbrare i nostri passaporti. Dopo che li abbiamo consegnati, insieme ai documenti doganali, l'inserviente mi ha chiesto quali affari stavo progettando di fare e ho spiegato. Quindi chiamò il suo capo, che se ne andò con le mie informazioni per fare una chiamata. Alcuni minuti dopo, è tornato per dire "No, non puoi entrare". Poi, rivolgendosi al mio ragazzo, "ti piacerebbe ancora entrare?"

Quando ho legittimamente iniziato a svenire, l'ufficiale non ha "chiaramente spiegato" che i fotografi stranieri non erano ammessi nel paese; In seguito apprenderei che questa nuova legge è entrata in vigore solo pochi mesi prima della mia visita. Nonostante che i servizi fotografici fossero gratuiti e non sarei stato pagato dagli hotel per questo, non mi era ancora permesso.

Mentre mi sedevo piangendo, non potendo entrare in contatto con il mio capo da quando erano le 6 del mattino a New York, il mio ragazzo iniziò a parlare con gli ufficiali di quali fossero le nostre opzioni. L'ufficiale ha detto che avremmo dovuto partire, ma se tornassimo in quattro o cinque giorni e avessimo detto che eravamo lì in vacanza, saremmo entrati. Sia sollevati che apprensivi, abbiamo prenotato un volo di ritorno a Dubai per aspettare la nostra "sospensione".

La seconda volta è un fascino?

Durante le cinque ore che abbiamo avuto fino al nostro volo per Dubai, abbiamo controllato i tre ristoranti – uno dei quali era Burger King – e, cosa più importante, abbiamo trovato un rappresentante degli Emirati che ha parlato con un ufficiale doganale diverso che a sua volta ha confermato che, se tornassimo in pochi giorni con un visto turistico, saremmo ammessi. Era un po 'strano che le stesse persone che dicevano che non potevamo entrare sarebbero stati pronti a dire che avremmo potuto ignorare le regole e tornare come turisti, ma eravamo felici di ricevere buone notizie. Alla fine, dopo un volo di quattro ore, siamo atterrati a Dubai a mezzanotte e siamo subito svenuti nel nostro hotel – non avendo chiuso occhio da quando abbiamo lasciato New York.

Ora, basandomi sulla mia pelle, sai che la storia non ha un lieto fine, almeno per quanto riguarda le Maldive. Quattro giorni dopo, siamo volati di nuovo alle Maldive – questa volta attraverso Doha, in Qatar – e ho contrassegnato il mio modulo doganale come un viaggio in vacanza. Bene, siamo stati segnalati nel loro sistema e abbiamo iniziato a ricevere il terzo grado da un altro dirigente. Ho tentato di spiegare che era un'incomprensione l'ultima volta e che non avrei lavorato sul viaggio.

"Dove alloggi?"

"Fammi vedere la conferma!"

"Sai se sei sorpreso a lavorare, riceverai una multa."

"Vai a prendere le tue cose! Vedremo se stai portando l'attrezzatura fotografica. "

Certo, stava facendo il suo lavoro, ma penseresti che fossi stato catturato con un'arma e non con una reflex digitale. Per farla breve, sono stato respinto – di nuovo. Una parte di me si stava preparando a quel risultato da sempre, ma ero ancora su quella panchina in lacrime.

L'ufficiale non mi ha nemmeno ascoltato e ha voltato la testa quando ho cercato di parlargli, ma avrebbe parlato con il mio ragazzo. Ha detto che potremmo o prenotare un volo fuori dal paese immediatamente, o potremmo passare la notte nella cella dell'aeroporto; per ovvi motivi, abbiamo scelto il primo. Il mio piano era di volare in Sri Lanka dopo le Maldive, così abbiamo deciso che era la migliore linea d'azione.

Mentre capisco che i funzionari della dogana hanno solo seguito gli ordini, tutto sembra una decisione sbagliata da parte loro per ragioni economiche. La più grande industria economica delle Maldive è il turismo e io promuoverei il turismo per il paese attraverso la più grande compagnia di viaggi del mondo. Nota che quando il mio collega visitò nel 2014, entrò facilmente dopo aver detto loro esattamente per cosa era lì.

La motivazione per bandire i fotografi stranieri

L'unica foto che ho avuto delle Maldive

L'unica foto che ho avuto delle Maldive

Un giornale online delle Maldive, il Sun Online, ha recentemente pubblicato un articolo in cui si afferma che un dipendente del Ministero degli Affari economici delle Maldive ha dichiarato di aver ricevuto numerose lamentele sui fotografi stranieri e "che vietare ai fotografi stranieri di lavorare alle Maldive era vantaggioso per i giovani maldiviani “.

In un paese con meno di 350.000 persone, è difficile stimare quanti giovani maldiviani sognano di diventare fotografi di viaggio, ma almeno spero che coloro che lo fanno beneficino di questa nuova legge.

Eppure, anche adesso (due mesi e mezzo dopo), pensare al viaggio mi dà un sentimento straziante che mi fa venir voglia di raggomitolarsi in una palla. Anche se un futuro che volevo fare un viaggio alle Maldive per le vacanze, sono troppo terrorizzato di passare altre sei ore deprimenti in quell'aeroporto dopo essere stato respinto. Diciamo solo che probabilmente sceglierò Bora Bora o Moorea come soluzione per il mio bungalow sull'acqua .

Link correlati: