Hottest Designers hotel del mondo: scoprire chi è chi nel mondo della High Design

I marchi più importanti che un hotel può vantare sono quelli dei suoi arredatori. Un famoso designer in grado di garantire lo status hot-spot di un hotel, o stabilire come un'icona duratura – il che spiega il motivo per cui hotel sono disposti a pagare il dollaro superiore per le curve drammatiche e sorprendenti dettagli scultorei del calibro di Philippe Starck e David Rockwell. Di seguito, faremo martello fuori che cosa fa ogni designer migliore.

1

Hudson New York

Midtown West (parte ovest del centro città), New York City

  • Dove si può vedere il suo lavoro: Delano; SLS Hotel a Beverly Hills, Clift, Hudson Hotel, Mondrian
  • Gli elementi del suo stile: surreale, di design stravaganti che ti fa sentire come siete caduti nella tana del coniglio. Tutto sembra stranamente fuori proporzione: sedie sono troppo grandi, i soffitti sono troppo bassi, e altre cose sono nel posto sbagliato tutto. L'effetto complessivo è abbagliante e il trasporto.

Albergatore Ian Schrager (ex di fama Morgans Hotel Group) ha dato il suo primo Starck botta alla progettazione di interni di hotel alla fine del 1980, ed è stata una partita in cielo: disegni mozzafiato di Starck sono diventate parte integrante della rivoluzione di Schrager hotel boutique. Le sue lobby dal design accattivante e bar dell'hotel sono diventate mete di per sé, dove non-ospiti venivano a bere e socializzare. Starck è diventato uno dei più grandi marchi nel settore alberghiero, e rimane la forza creativa dietro i disegni ad alcuni degli hotel più trendy del mondo.

2

Viceroy Santa Monica

Santa Monica, California

  • Dove si può vedere il suo lavoro: Tides South Beach; Viceroy Santa Monica, Maison 140 Beverly Hills
  • Gli elementi del suo stile: Luminoso, audace, e laccati - lo stile di Wearstler è tutt'altro che sottile. Accenti preferite sono busti animali (compresi i busti di cani, leoni, cavalli), stampe, e spruzzi di colori vivaci come il verde e il fucsia.

Wearstler (che abbiamo precedentemente bloggato su) ottenuto il suo inizio come un Playboy pin-up, ma lei si è trasformata in un decoratore caldo di Hollywood, lasciandola timbro sulle case costosi e alberghi alla moda, e guadagnare se stessa un sacco di stampa ufficiale nel frattempo (da il New Yorker e Oprah, tra gli altri).

3

Kimpton Ink48 Hotel

Midtown West (parte ovest del centro città), New York City

  • Dove si può vedere il suo lavoro: Canyon Ranch Miami Beach; W New York, The Alex Hotel, Ink48, W New York Union Square
  • Gli elementi del suo stile: disegni unici, teatrali, con elementi distintivi - come i lampadari in bolle di vetro, elettrico velluto blu divani e imbottiti di seta rosso alcove posti a sedere a Ink48; e bella teak e spruzzi audaci di arancio e viola in caldo di Canyon Ranch, invitando camere.

Il figlio di una ballerina del vaudeville e coreografo, David Rockwell continua ad essere ispirato al teatro - e si vede. Un architetto di formazione, il carico di lavoro di Rockwell è vario, tra cui interni dell'hotel, i ristoranti, il terminale Jet Blue al JFK, musei, ed anche scenografie teatrali di Broadway. Il suo stile è tanto vario quanto i progetti che assume - ". Riflette un pluralismo eccentrico" il suo sito web azienda dice il suo lavoro non sottoscrive uno stile di firma e In effetti, ogni spazio disegna racconta una storia unica.

4

The Plaza

Midtown West (parte ovest del centro città), New York City

  • Dove si può vedere il suo lavoro: Fontainebleau Resort Miami Beach; Dylan Hotel
  • Gli elementi del suo stile: Drammatico ed elegante, con approcci creativi per l'illuminazione; l'arredamento gioca un ruolo significativo nello schema generale di progettazione

Come capo di Jeffrey Beers Internazionale, Birre persegue una vasta gamma di progetti di alto profilo da celebrità dello chef guidata ristoranti alle discoteche agli spazi dell'hotel. La sua azienda mira a creare "variazioni immaginative su temi classici di fascino, eleganza, intelligenza, e seduzione", attraverso il suo design. Birre frequentato la rinomata Rhode Island School of Design e ha lavorato per sei anni presso la ditta dell'architetto IM Pei.