11 incredibili escursioni giornaliere da prendere da Tokyo

Una volta che hai coperto i principali luoghi d'interesse di Tokyo e hai fatto il pieno della sua grande città, è tempo di salire su un treno e pianificare una fuga lunga un giorno. Questo è facile da fare, grazie alla rete efficiente della Japan Railway: c'è una sorprendente varietà di destinazioni a breve distanza dalla capitale. In pochissimo tempo si può essere in una scena completamente diversa esplorando città del tempio, villaggi di ceramiche, giardini zen, isole minuscole e spiagge meravigliose. Ecco 11 gita di un giorno allettanti da prendere da Tokyo.


1. Parco nazionale di Chichibu-Tama

Scale al santuario di Mitsumine. Per gentile concessione di WorldContributor / Wikimedia .

Scale al santuario di Mitsumine. Per gentile concessione di WorldContributor / Wikimedia .

Gli amanti della natura e gli amanti dell'outdoor sono spesso attratti dal Chichibu-Tama National Park (appena 75 miglia a ovest di Tokyo ) per le eccezionali possibilità di escursioni che portano gli escursionisti attraverso le valli fluviali e i paesaggi montani. Una salita popolare è in cima al Monte Kumotori – a 6.620 piedi, questa è la montagna più alta nell'area metropolitana di Tokyo , e il Monte Fuji può essere visto da qui nelle giornate limpide. Un'escursione meno impegnativa ma ugualmente gratificante si trova sul Mount Mitsumine alto 3.309 metri. Il suggestivo sentiero forestale in cima porta gli escursionisti su per una rampa di scale verso un antico santuario shintoista in cima alla montagna.

Un altro spettacolo impressionante (che non richiede un'escursione vigorosa!) È il parco dei fiori di Hitsujiyama con lo sfondo del Monte Buko. Qui è dove un mare di "shibazakura" (muschio phlox) è in fiore ogni primavera, creando un meraviglioso tappeto di fiori rosa e bianchi. Questa vista può essere goduta solo a fine aprile e inizio maggio, quando anche i 1000 alberi di ciliegio del parco fioriscono, creando un magnifico spettacolo naturale.

2. Nikko

Santuario di Toshogu. Per gentile concessione di Fg2 / Wikimedia .

Santuario di Toshogu. Per gentile concessione di Fg2 / Wikimedia .

Circa 70 miglia a nord di Tokyo si trova Nikko, un sito patrimonio dell'umanità del XVII secolo di 103 santuari, templi e altri edifici storici. Il complesso è situato in un parco nazionale di fitte foreste, paesaggi montani, cascate, laghi e sorgenti termali. Si tratta di una popolare gita di un giorno con i Tokyoiti che vengono a fuggire dal trambusto della città e godono della speciale atmosfera spirituale qui. Il tempio Toshogu, riccamente decorato, è impreziosito da sculture in legno e foglie d'oro ed è l'attrazione più popolare qui. Ma ci sono altri luoghi affascinanti, come il ponte Shin-kyo, dipinto di un rosso acceso che attraversa un torrente impetuoso, e l'Abisso Kanman-ga-Fuchi, un sentiero forestale fiancheggiato da una fila ordinata di statue di pietra jizo che rappresentano la figura di Buddha come monaco.

3. Kamakura

Statue buddiste a Kamakura. Per gentile concessione di Chris 73 / Wikimedia .

Statue buddiste a Kamakura. Per gentile concessione di Chris 73 / Wikimedia .

Questa piccola città di mare è un'ex capitale giapponese ed è famosa per la sua gigantesca statua in bronzo del Grande Buddha di Kamakura (Kamakura Daibutsu) del XV secolo – questa è la seconda statua buddista più alta del Giappone a 44 piedi. Un'altra attrazione importante è il massiccio Tsurugaoka Hachiman-gu, il più grande santuario shintoista di Kamakura, mentre il tempio più tranquillo di Jomyo-ji merita una visita per il suo bellissimo giardino in stile Zen e la tradizionale casa da tè. I numerosi altri templi, santuari e monumenti buddisti della città possono essere facilmente esplorati grazie al mini sistema ferroviario di Kamakura, che trasporta i visitatori da una vista all'altra. Kamakura si trova a soli 37 miglia a sud-ovest dal centro di Tokyo , rendendo questo un viaggio di un giorno facile.

4. Monte Fuji

Vista del Monte Fuji dal lago Shojiko. Per gentile concessione di Halfd / Wikimedia .

Vista del Monte Fuji dal lago Shojiko. Per gentile concessione di Halfd / Wikimedia .

Il Monte Fuji è l'immagine più iconica del Giappone e la sua montagna più alta a 12,388 piedi. È interessante notare che questo vulcano a forma di cono è stato riconosciuto dall'UNESCO nel 2013 come sito di patrimonio culturale anziché naturale perché la montagna è considerata "ispirata da artisti e poeti e oggetto di pellegrinaggi da secoli".

Situato a 62 miglia a sud-ovest di Tokyo , una gita di un giorno al Monte Fuji è certamente fattibile, ma coloro che desiderano scalare la montagna dovranno dedicare più tempo e pianificare attentamente la loro ascesa. La salita è davvero impegnativa e la stagione di arrampicata è limitata ai mesi di luglio e agosto, con la maggior parte degli scalatori che fanno la salita di notte per arrivare in vetta in tempo all'alba.

Ma al di fuori della stagione di arrampicata, i laghi panoramici situati alla base del Monte Fuji offrono il punto di osservazione ideale per ammirare la maestosa montagna. Molti visitatori visitano anche il santuario di Sengen Fujiyoshida, risalente a 400 anni fa, situato in una fitta foresta sul lato nord della montagna. Qui gli escursionisti tradizionalmente offrono le loro preghiere prima di passare sotto il cancello di legno "torii" e iniziare la loro ascesa.

5. Isola di Enoshima

Tramonto all'isola di Enoshima. Per gentile concessione di Abendstrom / Wikimedia .

Tramonto all'isola di Enoshima. Per gentile concessione di Abendstrom / Wikimedia .

Questa minuscola isola di 1,5 miglia quadrate si trova a 36 miglia a sud-ovest di Tokyo . Può essere raggiunto a piedi o in auto tramite una strada rialzata che la collega alla terraferma. Una volta sull'isola, i visitatori troveranno spiagge, sorgenti termali, un giardino botanico e le grotte Iwaya, dove sono nascoste le statue del Buddha e un drago mitico. Una salita al faro Sea Candle premia i visitatori con viste panoramiche sull'isola. Un'altra visita imperdibile è il Santuario di Enoshima dedicato a Benzaiten, la dea buddista della musica. Una rinomata prelibatezza locale per cui l'isola è famosa è lo "shirasudon": riso sormontato da un minuscolo pesce bianco simile a verme chiamato "shirasu".

6. Narita

Una strada a Narita. Per gentile concessione di CGP / Wikimedia .

Una strada a Narita. Per gentile concessione di CGP / Wikimedia .

La maggior parte dei viaggiatori in Giappone conosce Narita come la casa di uno dei principali aeroporti internazionali di Tokyo, situato a circa 38 miglia a est del centro di Tokyo . Ma la stessa Narita merita una sosta per i suoi numerosi templi atmosferici e le pittoresche strade fiancheggiate da edifici tradizionali. L'aeroporto organizza persino visite guidate per i passeggeri durante una sosta, che includono un tour guidato di due o tre ore della zona.

Una visita imperdibile è il Tempio Naritasan Shinshoji vecchio di 1.000 anni situato in un vasto e silenzioso parco pieno di pagode a più livelli. Un rituale del fuoco "goma" viene eseguito qui ogni giorno, durante il quale le preghiere e i canti sono offerti agli dei. Un punto culminante è il museo a cielo aperto nella vicina Boso no Mura, che è un villaggio di repliche del periodo Edo (17 ° al 19 ° secolo), costituito da tradizionali case mercantili e laboratori che mostrano artigianato locale.

7. Penisola di Izu

Una delle spiagge di Izu. Per gentile concessione di Saigen Jiro / Wikimedia .

Una delle spiagge di Izu. Per gentile concessione di Saigen Jiro / Wikimedia .

La penisola di Izu è una rinomata destinazione turistica grazie al clima mite della regione costiera e alle sue numerose spiagge e sorgenti termali. Le città di Atami , Shuzenji e Ito sono famose per i loro resort "onsen" dove gli abitanti del posto amano andare ad immergersi nelle calde sorgenti naturali godendosi l'aria di mare e il paesaggio montano. La costa orientale della penisola attrae gli amanti della spiaggia e dei surfisti, mentre la costa occidentale più accidentata è popolare tra gli escursionisti che desiderano ammirare le impressionanti vedute del Monte Fuji da qui. Con solo una distanza di 100 miglia da coprire da Tokyo , la penisola di Izu attira molti turisti per il weekend.

8. Mashiko

Forni dei ceramisti a Mashiko. Per gentile concessione di Patrick.charpiat / Wikimedia .

Forni dei ceramisti a Mashiko. Per gentile concessione di Patrick.charpiat / Wikimedia .

Affascinante, rurale Mashiko è sinonimo di ceramica. Qui, una comunità di vasai lavora le loro ruote per creare le famose ceramiche ceramiche della città, chiamate mashiko-yaki. È sparato in gigantesche fornaci che possono essere individuate fuori dai numerosi laboratori della città. La strada principale della città è fiancheggiata da negozi dove è possibile acquistare le ceramiche dei vasai, oltre a gallerie e musei che mostrano l'artigianato degli artigiani locali. Al Mashiko Museum of Ceramic Art, i visitatori possono anche cimentarsi al volante. La città è più affollata durante la sua fiera biennale di ceramiche che si tiene qui ogni maggio e novembre. Con solo 86 miglia a coprire da Tokyo , Mashiko è una gita di un giorno facile.

9. Kawagoe

Candy Alley in Kawagoe. Per gentile concessione di At by At / Wikimedia .

Candy Alley in Kawagoe. Per gentile concessione di At by At / Wikimedia .

A soli 32 miglia a nord-ovest di Tokyo si trova Kawagoe, un'antica città di castelli risalenti al periodo Edo. Il distretto del magazzino merita di essere esplorato per i suoi numerosi esempi di magazzini storici costruiti in argilla e tradizionali case mercantili con tetti spioventi rivestiti in piastrelle di ceramica smaltata. Sempre affollato di acquirenti è lo stretto "candy vicolo" fiancheggiato da negozi che vendono dolci tradizionali giapponesi come biscotti "karinto" ricoperti di zucchero e fritti, piccole torte fatte di pasta di fagioli rossi e patate dolci e cracker di riso aromatizzati.

L'attrazione più visitata di Kawagoe è il tempio buddista di Kitain, costruito sui resti di un castello del periodo Edo – le uniche vestigia rimaste dei numerosi castelli di una volta. In un piccolo cortile sul terreno del tempio ci sono 540 statue di pietra raffiguranti "gohyaku rakan", i discepoli del Buddha. Ogni figura ha un'espressione facciale diversa: alcuni stanno ridendo o corrugando la fronte, mentre altri stanno facendo il broncio o piangendo.

10. Kawasaki

Case tradizionali al Nihon Minka-en Open Air Museum. Per gentile concessione di Fg2 / Wikimedia .

Case tradizionali al Nihon Minka-en Open Air Museum. Per gentile concessione di Fg2 / Wikimedia .

Dodici miglia a sud-ovest di Tokyo è Kawasaki , una città in gran parte industriale che offre anche ai visitatori un assaggio del Giappone tradizionale e la sua architettura rustica dei tempi passati. Qui si trova Nihon Minka-en, un museo a cielo aperto che comprende una collezione di 25 edifici tradizionali giapponesi e case del periodo Edo. Questi sono stati portati da tutto il paese e riuniti qui, con l'edificio più antico risalente al 1688. I visitatori possono vedere esempi restaurati di fattorie tradizionali, case mercantili, abitazioni dei samurai, un mulino ad acqua, un santuario shintoista e persino un palcoscenico kabuki .

Kawasaki è anche conosciuta per uno dei festival più stravaganti del Giappone. Ogni aprile, qui si tiene il "Kanamara Matsuri", noto anche come "Festival del fallo di ferro". Si tratta di un festival di un giorno che celebra la fertilità che comporta sfilare peni giganti attraverso le strade della città fino al santuario Kanayama locale. , dove i fedeli vengono a chiedere protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili, maggiore fertilità, lunghi matrimoni e nascite sane.

11. Mito

Giardini Kairakuen. Per gentile concessione di Lukas / Wikimedia .

Giardini Kairakuen. Per gentile concessione di Lukas / Wikimedia .

Un viaggio in Giappone è incompleto senza l'esperienza di visitare uno dei suoi suggestivi giardini zen. Uno dei tre giardini più famosi del paese si trova a Mito, a soli 74 miglia dal centro di Tokyo . I giardini Kairakuen (che significa "un giardino da gustare insieme") furono piantati per la prima volta nel 1842 e coprono un'area di 18 ettari con boschetti di bambù, boschi di cedri profumati e 3.000 prugne "ume". Queste fioriscono a fine febbraio e all'inizio di marzo, creando splendidi baldacchini di fiori bianchi, rosa e rossi e attirando folle di visitatori.

Hai bisogno di un posto dove stare a Tokyo? Consulta le nostre recensioni e foto di 376 hotel.

Ti piacerà anche: