Il miglior itinerario per Barcellona

Per dire che Barcellona , una città che vanta splendide spiagge, sole splendente, vivace cultura locale, una deliziosa scena culinaria, e un ritmo rilassato, ha tutto potrebbe essere uno dei cliché più grandi del viaggio e uno dei suoi più grandi understatements. Dagli edifici modernisti strabilianti di Antoni Gaudi all'atmosfera del Barri Gotic e la spiaggia vivace, c'è così tanto da vedere qui che può essere difficile capire cosa fare con una visita. Con questo in mente, stiamo rompendo il tuo tempo a Barcellona, ​​da un breve weekend di tre giorni a un viaggio di una settimana più rilassato. Con il nostro mix di scoperte segrete e panorami della lista benna, siamo sicuri che tornerai a casa con ricordi indimenticabili (e sarai pronto a tornare quasi immediatamente).

1 ° giorno: Atmosfera e autentica mangia dentro e fuori Las Ramblas

Prodotti freschi nel vivace mercato della Boqueria di Barcellona.

Prodotti freschi nel vivace mercato della Boqueria di Barcellona.

È pieno di turisti? Sì. Ci sono folle intorno a quasi ogni angolo? Di sicuro. Ma all'interno degli stretti vicoli del Barri Gotic di Barcellona e della città vecchia, la vita locale è ancora forte, sia nelle tradizionali pasticcerie dove si parla catalano invece che in spagnolo, o nei negozi di spezie di El Raval gestiti da recenti arrivi dal Medio Oriente. Questa parte della città non può fare a meno di impressionare anche il viaggiatore più sfinito, e perdersi tra le viuzze atmosferiche è un elemento da elenco a parte.

Inizia la tua mattinata in uno dei caffè del quartiere, come Els 4 Gats, che è servito da punto d'incontro per alcuni dei più famosi artisti di Barcellona tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo. Oggi è un po 'turistico, quindi per qualcosa di un po' più autentico, optate per Fleca Els Angels, vicino al MACBA a El Raval. Una volta che sei fortificato con zucchero e caffè, passeggia dalla cima delle Ramblas e dirigiti verso sud. Lungo la strada, vedrai tonnellate di artisti di strada, mentre i principali rivenditori e gli hotel fiancheggiano entrambi i lati.

Ad un certo punto, dovrai immergerti nel Barri Gotic vero e proprio. Tutte le strade che corrono ad est da Las Ramblas finiscono in un groviglio di vicoli stretti, per lo più pedonali, sotto edifici a volte risalenti al Medioevo. Questa parte della città è anche sede di luoghi importanti come la Cattedrale di Barcellona e il Museo Picasso. Quest'ultimo è pieno di opere del maestro cubista, tra cui versioni multiple di "Las Meninas", uno dei suoi dipinti più famosi.

Non farai del male per cibo e bevande in questa parte della città, anche se ti consigliamo caldamente di tenerlo casual in questo primo giorno. Colpisci uno dei due mercati: La Boqueria (che si trova proprio sulle Ramblas) e Mercat de Santa Caterina (incorporato nel Barri Gotic). Il primo vede la parte del leone dei visitatori – e per una buona ragione. È un tripudio di colori e suoni, ei venditori vendono di tutto, dalle caramelle gommose a forma selvaggia, ai succhi, alle carni e ai prodotti freschi. Le bancarelle verso il retro del mercato sono la soluzione migliore per i pasti, che servono delizie locali come chistorras e pan a tomate / pan amb tomaquet (pane strofinato con pomodoro, sale marino e olio d'oliva). Puoi anche prendere una caña (piccola birra) o un bicchiere di vermouth.

2 ° giorno: Modernismo con un lato di shopping, sole e mare

La magica luce mediterranea di Barcellona vista dall'Hotel Ohla nell'Eixample.

La magica luce mediterranea di Barcellona vista dall'Hotel Ohla nell'Eixample.

Dopo aver trascorso la giornata nei quartieri più antichi della città, è tempo di esplorare quella che potrebbe essere probabilmente la sua più grande richiesta di fama: il modernismo. Mentre questo movimento artistico ha trovato espressione in tutto, dal Surrealismo al Cubismo, a Barcellona, ​​è più facilmente associato ad Antoni Gaudi, forse il cittadino più famoso della città. Questo architetto catalano ha eretto edifici in tutta la città che hanno sfidato le convinzioni di vecchia data sulla forma e la struttura, e molti dei suoi edifici più famosi valgono da soli il viaggio a Barcellona.

Dopo aver preso una leggera colazione, dirigiti all'Eixample. Questo distretto tentacolare è una delle parti più esclusive della città, e allo stesso tempo si sente allo stesso tempo urbano e antico. I lunghi blocchi quadrati sono fiancheggiati da edifici del XIX e XX secolo che vanno dall'ornato all'Art Deco al contemporaneo (ti stiamo guardando, Olivia Balmes Hotel ), e quasi ognuno di quei blocchi è fiancheggiato da ristoranti, negozi, bar e caffè. Boutique di lusso e negozi internazionali si trovano lungo il Passeig de Gracia, considerato da molti come la via principale di Barcellona.

Passeig de Gracia è anche sede di due delle creazioni più famose di Gaudì: Casa Batlló e Casa Milà (anche conosciuta come La Pedrera). Inizia con Casa Batlló, che è un esemplare finemente conservato dello stile organico di Gaudi, e dove gli interni sono ingannati con dettagli colorati e ornati. In seguito, è una camminata di cinque minuti a nord a La Pedrera. Mentre è un po 'meno elegante di Casa Battló dall'esterno, la vera sorpresa è sul tetto. Qui, i camini sembrano fantasmi ululanti, mentre i minareti stravaganti volteggiano verso il cielo nella loro gloria rivestita di mosaici. Il momento più ambito da visitare è di notte, quando il tetto è scenicamente illuminato per effetti drammatici. Come per tutte le cose collegate a Gaudi a Barcellona, ​​i biglietti avanzati sono raccomandati per entrambe le case, specialmente se si vuole vedere il tetto della Pedrera di notte.

Spetta a te esattamente come pianificare la tua giornata, e se non ti interessa l'aspetto notturno di La Pedrera, allora torna verso il mare. Se hai tempo, El Born – la parte più a sud del Barri Gotic – è piena di boutique di lusso e bar con patio e merita una passeggiata. Da lì, fatti strada lungo il lungomare della città fino alla W Barcelona , che ha un posatoio privilegiato proprio sulla spiaggia. Bravo24, il ristorante dell'hotel, è il luogo perfetto per un cocktail al tramonto o per un buon pasto. Se hai energia per una serata fuori, Plaza Real è un epicentro di discoteche e bar ad alta energia, mentre le pozze d'acqua low-key di El Raval ospitano musica dal vivo e sono pieni di gente del posto. Ci sono anche una serie di luoghi LGBT nell'Eixample.

3 ° giorno: benvenuto a Gaudilandia

Sagrada Familia

Sagrada Familia

A nostro parere, tre giorni sono troppo pochi per visitare questa affascinante città, ma se è tutto ciò che devi risparmiare, ti consigliamo di andare alla grande il tuo ultimo giorno in città. E questo significa Gaudi (di nuovo). Park Guell e Sagrada Familia sono dei capolavori. Avrai bisogno di budget la maggior parte della giornata per visitare questi luoghi, dato che non sono esattamente centrali, e la folla di entrambi può significare che ci vuole un po 'di tempo e pazienza per ottenere esattamente l'istantanea ricordo giusta.

Inizia la tua giornata al Park Guell – e arrivaci quando si apre. Questo ti mette dentro il parco molto prima che arrivino gli autobus dei turisti, anche se non avrai ancora la Monumental Zone del parco. Vale anche la pena ricordare che raggiungere il parco può richiedere un po 'di footwork se si fa affidamento sui mezzi pubblici. Le stazioni della metropolitana più vicine sono a 15-20 minuti a piedi dagli ingressi principali. In alternativa, l'autobus 24 parte da Passeig de Gracia (vicino a Plaza de Catalunya) per un viaggio che richiede meno escursioni.

Suggeriamo di partire dall'ingresso nord-est del parco, percorrendo i sentieri tranquilli in cui è probabile incontrare improvvisi spettacoli di flamenco e musicisti che strimpellano chitarre. Una volta all'interno della Monumental Zone, spazia i panorami della città dalla spianata principale, che si chiama sia Placa de la Natura che il Teatro Greco. Qui, la panca ondulata che si snoda attorno al perimetro crea fantastiche istantanee. In basso ci sono famosi monumenti rivestiti di mosaici come la Scala del Drago, la Loggia del Portiere e il Portico della lavanderia. Una volta che hai fatto il pieno di grandi spazi aperti, vale la pena ricaricare in uno dei caffè casual che fiancheggiano la Ronda del Guinardo. Questa è una parte della città vecchia scuola che è orientata verso la gente del posto, e fornisce un bel contrappunto alla cotta turistica nel parco.

Dopo aver fatto rifornimento per il pomeriggio, sali su un taxi e dirigiti verso la Sagrada Familia, lo storditore ancora incompiuto di Gaudi. Le sue guglie torreggiano sulla città, e le forme a forma di castello a goccia sembrano nient'altro sulla terra. Tieni presente che tutti vogliono vedere la basilica e devi assolutamente acquistare i biglietti in anticipo per evitare di rimanere bloccati in lunghe file.

La pietra angolare della basilica fu posta nel 1882 e Gaudi vi lavorò dal 1883 fino alla sua morte in un incidente del tram nel 1926 (è sepolto nella cripta della Sagrada Familia). La costruzione è completa al 70% circa, secondo la fondazione responsabile della basilica . Anche così, gli interni sono a dir poco sbalorditivi. Le vetrate riempiono la basilica di luce che cambia dal rosso al blu al verde al giallo, mentre le forme a stella sono punteggiate tra le colonne svettanti. All'esterno, ognuna delle facciate racconta una storia diversa, con intagli elaborati che si fondono con la spinta verso il cielo dell'architettura.

Per cena, segui ciò che Barcellona fa meglio: le tapas. Colpisci Bar Centric (a volte chiamato Centric Canalla sui motori di ricerca). È un luogo vivace che è in gran parte nella vita creativa della città, e alcune scene del romanzo di Roberto Bolaño "The Savage Detectives" hanno luogo qui. Le tapas servite sono un mix di piatti creativi new wave e preferiti dal tempo come le patatas bravas. C'è anche un sacco di birra, vino e vermouth in offerta, e la gente che guarda da sola vale la pena il pasto.

Se hai altri due giorni

Museu Nacional d'Art de Catalunya, a Montjuic.

Museu Nacional d'Art de Catalunya, a Montjuic.

Cinque giorni è un punto ideale per i viaggiatori a Barcellona, ​​in quanto offre maggiore flessibilità per esplorare altre parti della città. Concediti una pausa e colpisci la splendida spiaggia di Barcellona per un giorno. La sabbia si estende per quasi tutta la lunghezza della città, e troverai un sano contingente LGBT (più numerosi nudisti) intorno a Playa Marbella. In alternativa, la spiaggia più popolare è a Barceloneta, che si trova a 10 minuti a piedi dalla stazione della metropolitana con lo stesso nome. Di notte, controlla in anticipo per vedere cosa succede al Palau de la Música Catalana. Qui vengono regolarmente eseguite opere corali e strumentali, anche se la sede stessa è la protagonista dello spettacolo. È stato progettato da Lluís Domènech i Montaner ed è un capolavoro del modernismo catalano.

Il tuo quinto giorno, vai al ronzio (e ancora leggermente trasandato) di El Raval. C'è un sacco di vita di strada in mostra, e la scoperta di arte di strada in questo quartiere potrebbe prendere l'intera giornata da solo. Fai spazio nel tuo programma per raggiungere le esposizioni all'avanguardia del MACBA, uno dei musei d'arte contemporanea più cool d'Europa. Fuori, pattinatori e ragazzi di BMX mostreranno dei trucchi nell'ampia piazza, mentre nelle gallerie saranno esposte di tutto, dalle esibizioni alle installazioni cinematografiche. Se vuoi davvero preparare il tuo pomeriggio con l'arte, fai un viaggio a Poble Sec e Montjuic. Lì, anche musei come il CaixaForum montano grandi mostre – anche l'ambientazione (in una fabbrica riconvertita) è piuttosto sorprendente. In seguito, fermati per un boccone a Poble Sec, uno dei quartieri alla moda della città (Samurai Ramen è un posto giapponese perennemente vivace). Quindi, fai il trekking sulle scale mobili esterne del Museu Nacional d'Art de Catalunya, incoronando una delle colline di Montjuic, per fantastiche viste sulla città.

Se hai una settimana da risparmiare

La splendida costa di Sitges vista dal Sunway Plaza Golf Hotel & Spa .

La splendida costa di Sitges vista dal Sunway Plaza Golf Hotel & Spa .

I viaggiatori che hanno sette giorni interi da trascorrere a Barcellona non hanno bisogno di affrontare la città con un ritmo così furioso e possono aggiungere ai loro quartieri noti come Gracia e Poblenou. Quest'ultima è la nuova sede del Design Museum di Barcellona e la zona circostante è piena di start-up che hanno a loro volta attirato un sacco di sviluppo a misura di hipster. Potresti anche considerare di aggiungere una gita di un giorno. Sitges è una delle più facili escursioni da Barcellona. La storica destinazione balneare della città, trasformata in LGBT, racchiude un sacco di vita notturna, un bar alla moda e una spiaggia vivace. Si tratta di un viaggio in treno di 90 minuti dal centro della città (i festaioli possono voler prendere in considerazione di passare la notte a Sitges, dato che la vita notturna non inizia fino a tardi qui, come nel caso di tutta la Spagna).

Scelte dell'albergo

Room Mate Anna

Room Mate Anna

Mentre Barcellona non è affatto costosa come destinazioni di alto profilo come Londra e Parigi, i tuoi soldi non saranno così lontani come a Madrid o Lisbona. In effetti, le tariffe alberghiere di alta stagione nei quartieri centrali come l'Eixample, il Barri Gotic e lungo Las Ramblas possono essere costose. I viaggiatori con budget limitati dovrebbero prendere in considerazione l' Ostello Primavera , una piccola proprietà shabby-chic nell'Eixample, a pochi passi dal Barri Gotic e dalla Sagrada Familia. Ha un mix di camere private e dormitori, anche se mancano servizi come l'aria condizionata. Se il budget è un po 'più grande, ci piace Room Mate Anna , con il suo arredamento sfacciato, piscina per bambini, e l'impostazione privilegiata appena fuori Passeig de Gracia. Per il massimo del benessere, controlla l' Hotel 1898 , che ha il fascino vintage spagnolo, una splendida piscina panoramica con vista panoramica sulla città e una vasca idromassaggio. La sua posizione centrale, proprio su Las Ramblas, è anche difficile da battere.

Ti piacerà anche: