Bali vs Tailandia: qual è il posto migliore per le vacanze?

Grazie al clima caldo, agli splendidi scenari, all'ottima cucina e ai prezzi ragionevoli, Bali e la Thailandia sono entrambe destinazioni fantastiche per immergersi nella cultura locale, mangiare, nuotare, bere e prendere il carico. Detto questo, ci sono alcune grandi differenze tra i due, in particolare quando si tratta di spiagge, cibo, vita notturna e cultura (per non parlare del fatto che uno è un paese e l'altro è un'isola - anche se con un distinto cultura dagli altri vicini indonesiani). Se stai cercando di decidere tra Bali e la Thailandia per la tua prossima avventura nel sud-est asiatico, questo confronto tra le due destinazioni dovrebbe aiutarti a restringere le cose.

Hotels in this story

Spiagge a Bali e in Tailandia

Ricorso di Rayavadee in Railay Beach, Tailandia

Ricorso di Rayavadee in Railay Beach, Tailandia

Bali: Se ti piace fare surf e sei bravo, troverai alcune delle onde più belle del mondo a Bali. I visitatori possono aspettarsi molte ampie spiagge sabbiose e, sebbene non siano sempre le più pulite, l'isola ha compiuto sforzi concertati per ridurre gli sprechi; c'è anche un divieto di plastica monouso. Tuttavia, forti correnti e risucchi possono rendere la nuotata una proposta scoraggiante qui. Detto questo, se sei alla ricerca di acque calme, alcune delle spiagge degli isolotti di Lembongan e Penida al largo della costa sud-est di Bali sono l'ideale per nuotare.

Thailandia: se ti piace nuotare e prendere il sole, una spiaggia thailandese potrebbe essere una partita migliore, in particolare una sul lato mare delle Andamane. Le spiagge della Tailandia tendono ad avere sabbia bianca e acque chiare e calde che assumono un bagliore turchese se viste dalla riva. L'unico vero inconveniente è che queste spiagge sono più strette rispetto alle loro controparti balinesi.

Arrivare a Bali e in Tailandia

Ubud, Bali

Ubud, Bali

Thailandia: se provieni dal Nord America o dall'Europa (o in qualsiasi altro luogo al di fuori dell'Asia), raggiungere la Thailandia e Bali è un impegno importante che richiede almeno un volo lungo, che può portare a un sacco di jet lag. A prima vista, la Thailandia è la destinazione più facile da raggiungere. Ci sono molti più voli che operano attraverso i due aeroporti internazionali di Bangkok, ma c'è un problema. Mentre salire sul suolo thailandese è generalmente più facile, se stai cercando una vacanza sull'isola, probabilmente dovrai prendere un secondo volo nazionale verso uno degli hub nella parte meridionale del paese (come Hat Yai o Krabi), seguito da un taxi o un giro in autobus fino al porto locale, seguito da un giro in barca verso la vostra isola di scelta. Potrebbe anche essere necessario cambiare aeroporto a Bangkok per farlo (la maggior parte dei voli internazionali per Bangkok arrivano nel più grande aeroporto di Suvarnabhumi, mentre molti dei voli low cost operano dall'aeroporto Don Mueang International più vecchio della città).

Bali: Se stai volando a Bali, atterra semplicemente all'aeroporto internazionale Ngurah Rai a Denpasar, sali su un taxi e vai a destinazione. Tuttavia, i voli per Bali di solito richiedono più soste (a meno che tu non venga dall'Australia) e non ci sono tante opzioni, quindi può essere la proposta più costosa.

Cibo a Bali e in Tailandia

Cibo della via a Bangkok, Tailandia

Cibo della via a Bangkok, Tailandia

Thailandia: la maggior parte dei visitatori stranieri sarà più familiare con il cibo tailandese, ma si noti che i piatti qui sono spesso molto più speziati di quelli a cui sei abituato a casa. Le porzioni tendono anche ad essere più piccole, ma i mangiatori pesanti avranno la possibilità di provare piatti diversi, molti dei quali non sono popolari al di fuori della Thailandia. Troverai anche cibo internazionale, in particolare a Bangkok e in altre importanti destinazioni turistiche.

Bali: il cibo balinese tende ad essere meno piccante ed è spesso più dolce, a causa del pesante uso di cocco e arachidi. Vegetariani e vegani troveranno anche più opzioni a Bali, in quanto non tutto ha salsa di pesce e tempeh (polpettine di soia fermentate indonesiane spesso usate come sostituti della carne) è ampiamente disponibile.

Cultura e attività locali a Bali e in Tailandia

Pura Tirta Empul, Bali

Pura Tirta Empul, Bali

Thailandia: la Thailandia è sede di numerosi bellissimi templi buddisti, conosciuti localmente come wats. Mentre la parte settentrionale del paese (lontano dalle spiagge) è considerata il fulcro culturale della Thailandia, ci sono molti templi in tutto il sud. Altre attività popolari includono corsi di cucina, arrampicata su roccia (in particolare nella zona di Railay Beach), trekking (specialmente nel nord della Thailandia) e sport acquatici (la Thailandia è un luogo ideale per ottenere la certificazione PADI).

Bali: Bali è un'isola prevalentemente indù, e l'adorazione fa parte della vita quotidiana qui (noterete piccole offerte di fronde di palma fatte di fronte a quasi tutti i negozi e le case dell'isola). Ci sono templi in pietra scolpiti ovunque, e la scena artistica e culturale locale prospera. I visitatori avranno un sacco di opportunità per vedere i tradizionali recital di orchestra gamelan, spettacoli di danza e persino spettacoli di burattini. Molte persone vengono a Bali per studiare yoga; l'isola è anche un luogo ideale per imparare le arti applicate, come l'argenteria. Mentre il surf è l'attrazione principale delle spiagge qui, i visitatori possono provare qualsiasi cosa, dal rafting sul fiume Ayung al parapendio.

Vita notturna a Bali e in Tailandia

Vita notturna a Seminyak, Bali

Vita notturna a Seminyak, Bali

Thailandia: la vita notturna in Tailandia è un grosso problema. Mentre Bangkok regna sovrana con un sacco di bar, club e locali di musica dal vivo, anche le isole offrono un bel po 'per coloro che vogliono far festa. Non è raro vedere i cocktail venduti in secchi giganti (con più cannucce), e il Full Moon Party è leggendario sul circuito dei backpacker.

Bali: Nightlife in Bali è incentrata su centri di viaggiatori come Kuta e Seminyak, con molti bar, serate con DJ e anche feste in spiaggia (soprattutto negli hotel). Qui non troverai molti devoti rinnegati, ma troverai i club che rimangono aperti tutta la notte. E se stai cercando di evitare la vita notturna, semplicemente rimani nell'artista Ubud, dove la maggior parte dei locali sono chiusi entro la mezzanotte.

Viaggio lesbo e gay a Bali e in Tailandia

Distretto di Silom a Bangkok, Tailandia

Distretto di Silom a Bangkok, Tailandia

Thailandia: in generale, il continente sud-est asiatico è abbastanza tollerante nei confronti dei viaggiatori LGBTQ + e le capitali di Tailandia, Cambogia e Vietnam hanno scene gay che vanno dal mite al selvaggio. La Thailandia prende la torta, però, poiché non è solo tollerante nei confronti dei viaggiatori LGBTQ +, ma li corteggia apertamente. Questo è particolarmente vero a Bangkok, dove Silom Soi 2 e Silom Soi 4 – nel frenetico quartiere di Silom – ospitano decine di bar gay per tutti i tipi, dai luoghi volgari con spettacoli di sesso dal vivo a birrerie all'aperto e discoteche imponenti come DJ Station. Allo stesso modo, le isole tailandesi accolgono i viaggiatori gay e lesbiche e difficilmente incontrerete problemi. Le opzioni di alloggio LGBTQ + sono disponibili anche in tutto il paese, in città come Chiang Mai, Bangkok e Phuket.

Bali: Mentre l'Indonesia sta diventando sempre più conservatrice, e alcune parti del paese sono vincolate dalla legge della Sharia estremista, Bali è molto più tollerante. In generale, è una destinazione sicura per i viaggiatori LGBTQ + in cui è probabile incontrare zero ostilità. Come la Thailandia, troverai pensioni e hotel che si rivolgono esclusivamente a questa clientela, e c'è anche un po 'di vita notturna per la folla queer (anche se, per lo più uomini gay). Questa azione si svolge a Seminyak, lungo Jalan Camplung Tanduk. Non troverai la stessa varietà di vita notturna che avresti a Bangkok, ma questi piccoli club possono diventare turbolenti. Tieni presente che se stai viaggiando in Indonesia, dovresti esercitare maggiore cautela, poiché le isole vicine sono generalmente meno tolleranti rispetto alla popolazione LGBTQ +. In effetti, in alcune parti del paese, i viaggi gay e lesbiche possono essere pericolosi.

Ti piacerà anche: