I migliori hotel di Parigi con ristoranti con stelle Michelin

Parigi potrebbe non reggere più il titolo per la città con i ristoranti con più stelle Michelin (attualmente è terza a Kyoto, con 135, e Tokyo, con ben 304), ma è stato il primo étoile ad essere premiato, nel 1926. Dal quindi, il simbolo è diventato l' onore che può fare la carriera di uno chef - o se perso, può romperlo in un istante. Molti degli hotel più lussuosi di Parigi, dalle grandissime all'elegante 8 ° arrondissement fino alle piccole boutique di proprietà della Rive Gauche, sono i ristoranti che hanno ricevuto il tanto agognato cenno del capo. Ecco le nostre migliori scelte per dove avere un pasto divino in coppia con alloggi eleganti.


Le Restaurant, Saint James Paris

Nascosto all'interno di un grande castello nel 16 ° arrondissement, il ristorante Le Restaurant ha una stella Michelin. Lo chef esecutivo Jean-Luc Rocha offre una cucina semplice e contemporanea, mettendo in risalto ingredienti freschi provenienti dalle regioni di tutta la Francia. Il suo menu si concentra su carne e pesce, con antipasti come foie gras caldo in crosta di sesamo e papavero e couscous di verdure con ostriche e gamberi marinati. Come anche il filetto di manzo con gnocchi di origano e l'astice scottato con verdure alla risotta. Avrai voglia di risparmiare spazio per dessert qui – c'è mousse di cioccolato con noci pecan croccanti, salsa di cacao e gelato al latte. Il tappeto chic della sala da pranzo con stampe leopardate abbinato a mobili d'epoca e pareti appese a ritratti formali è altrettanto decadente.

La Scene, Hotel Prince de Galles

Questo elegante hotel è sede di La Scene, con al timone una stella Michelin e lo chef esecutivo Stéphanie Le Quellec. Con influenze del sud della Francia, la sua cucina è fantasiosa ma senza pretese e preferisce menu brevi e semplici. Gli antipasti come zampe di rana o pomodori di campagna con zenzero candito e lime sono seguiti da condimenti come animelle arrosto con lattuga brasata o aragosta azzurra candita in burro salato. Sono disponibili pranzi a prezzo fisso di due e tre portate e ci sono menu degustazione di sei e nove portate. L'arredamento prende una piega più elegante rispetto allo stile dell'hotel in stile Art Deco, con un suggestivo bar in marmo di Carrara, pareti in legno scuro e sedie in pelle bianca mod.

Le Meurice Alain Ducasse, Hôtel Le Meurice

Immagine gentilmente concessa da Le Meurice

Immagine gentilmente concessa da Le Meurice

Le Meurice Alain Ducasse ha riaperto nel 2016 dopo la riprogettazione di Philippe Starck, che ha aggiunto elementi moderni come sedie in pelle bianca all'opulenta decorazione del XVII secolo del ristorante. Il ristorante con due stelle Michelin ha ottenuto anche un nuovo chef, Jocelyn Herland, che ha lasciato Alain Ducasse al Dorchester per dirigere la cucina di Le Meurice. Ha creato un nuovo menu e scopre antipasti come la faraona calda con foie gras d'anatra e tortino di cavolo e granchio con zucchine e caviale d'oro. Le portate sono costose da 100 euro in su e includono scelte come spigola con carciofi e insalata di rucola e agnello con bulgaro speziato. È disponibile anche un menu di riparazione a tre portate.

Le Baudelaire, Hotel Borgogna

Il ristorante con una stella Michelin del Burgundy Hotel , Le Baudelaire, propone piatti alla moda basati sulla classica cucina francese. Sono creati dal giovane e emergente chef Guillaume Goupil. Il menu a tutto tondo comprende antipasti come il tonno pinna gialla con zenzero e crema di avocado e granchio di mare della Bretagna con cetrioli e gelatina di gin. La sua raffinata cena spazia dalla gamma, dal salmone scozzese ai piselli francesi in salsa di cipolle dolce alla arrosto di maiale iberico con carbonara di sedano e al tartufo nero. C'è anche un menu degustazione di sei portate. Il menu del pranzo a prezzo fisso ha piatti più semplici, come seppie arrostite con ravioli di verdure e bistecca di vitello.

La Table du Lancaster, Hotel Lancaster

La Table du Lancaster, ospitata in un lussuoso hotel boutique, ha una stella Michelin, grazie alla sua cucina creativa e stagionale guidata da Julien Roucheteau. I menu sono semplici, con scelte per il pranzo come sgombri con cannolicchi e spinaci e costata di manzo con salsa al pomodoro e alla barba. Per cena, aspettatevi tonno confit con peperone dolce e mais e braciola di vitello arrosto. L'arredamento della sala da pranzo è raffinato, con sedie e tovaglie grigie, panche di velluto giallo senape e pareti color ecru. C'è anche un bel patio esterno.

Alain Ducasse au Plaza Athenee, Hotel Plaza Athenee

Con tre stelle Michelin, questo ristorante dell'Hotel Plaza Athenee è anche dello chef stellato Alain Ducasse. I suoi interni over-the-top sono stati realizzati dal famoso architetto e duo di design Sanjit Manku e Patrick Jouin. Mentre la carne fa la sua comparsa nei menu stagionali, Ducasse si concentra su verdure, pesce e cereali. Scegli tra antipasti come l'astice blu con zucchine e ribes nero, o semi di canapa e melanzane viola. Gli antipasti della cena includono spigola atlantica con finocchio selvatico e inchiostro di seppia, e rombo con nettarina e carote. Per il pranzo, è disponibile un menu a prezzo fisso che include vino.

Le Restaurant, L'Hotel

Questo boutique hotel chic e accogliente a St. Germain ha un certo passato storico – Oscar Wilde visse qui durante il XIX secolo, ed era una residenza privata per la regina Margot. È anche il luogo in cui lo chef Julien Montbabut è stato premiato con la sua stella Michelin nel 2013 per la sua cucina creativa al ristorante Le Restaurant. L'atmosfera romantica del ristorante e l'arredamento sontuoso danno il tono per il cibo altrettanto ricco. Un menu per il pranzo a prezzo fisso offre piatti come John Dory ripieni di limone, finocchio e patate, e anatra arrosto con barbabietola rossa, fico e jus del vino porto. La cena è a la carte, e c'è un'opzione di prezzo fisso di cinque e sette portate offerto. Gli antipasti includono vongole in brodo di aglio rosa e capra principale con conserve di limone e zucchine.

Ti piacerà anche: