Le migliori cose da fare a Mauritius

La piccola isola di Mauritius si trova nell'Oceano Indiano meridionale, a circa 700 miglia a est del Madagascar e più di 1.000 miglia a sud delle Seychelles . È molto lontano da qualsiasi luogo (i voli di collegamento tra Dubai e Parigi impiegano circa 6 ore e 11 ore rispettivamente), ma quelli che fanno il viaggio sono ricompensati con bellissime spiagge bordate di coralli, lagune turchesi, attività acquatiche sconfinate , villaggi vivaci con mercati locali e sentieri escursionistici attraverso foreste pluviali e cascate del passato. C'è anche un po 'di vita notturna, se sai dove guardare. In tutto, l'isola è il paradiso per i viaggi di nozze, e anche uno dei destinazioni di viaggio più sicure per le famiglie . Continuate a leggere per la nostra lista delle migliori cose da fare a Mauritius.

Goditi le spiagge della laguna

Quasi 100 miglia di spiaggia pittoresca e calma laguna circondano Mauritius. La costa dell'isola ha acque cristalline e poco profonde protette da barriere coralline, che lo rendono una destinazione balneare particolarmente adatta ai bambini . Con questo territorio arriva una serie di attività acquatiche per tutte le età, da immersioni, snorkeling e kayak a catamarano e safari sottomarini. Un grande vantaggio di soggiornare in un hotel sulla spiaggia è che la maggior parte offre gratuitamente attrezzature per sport acquatici non motorizzati, come pedalò e paddleboard stand-up, e anche gite giornaliere gratuite con barche dal fondo di vetro ai siti di snorkeling. (Per proteggere le barriere coralline, i Jet Ski sono vietati e lo sci nautico non è particolarmente comune.) Molti hotel di lusso sulla spiaggia offrono escursioni acquatiche come battute di pesca d'altura, parapendio e crociere in catamarano a pagamento.

Tutte le spiagge di Mauritius sono pubbliche e i viaggiatori che soggiornano in hotel senza sport acquatici gratuiti possono trovare attrezzature per il noleggio e tour in barca sulle famose spiagge. Il Blue Bay Marine Park, nel sud-est vicino all'aeroporto, è una delle migliori destinazioni per lo snorkeling dell'isola, ei forti venti di sud-est di La Cote Sauvage, la costa orientale "selvaggia" di Mauritius, ne fanno uno dei migliori spot al mondo per fare surf. Nuotare con i delfini nel sud-ovest (specialmente nel villaggio di Tamarin) è un'attività preferita, ma se si sceglie di farlo, si prega di ricercare in anticipo gli allestitori. Alcune compagnie turistiche si avvicinano irragionevolmente agli animali. Sappiate anche che la sabbia delle spiagge delle Mauritius spesso ha una struttura ghiaiosa a causa del corallo essiccato rotto . Le scarpe da acqua sono una buona idea.

Escursione e Kite-Surf sulla penisola di Le Morne

Paradis Beachcomber Golf Resort & Spa / Oyster

Paradis Beachcomber Golf Resort & Spa / Oyster

Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO nell'angolo più a sud-ovest dell'isola, Le Morne Brabant è una massa rocciosa di roccia vulcanica che sporge a 1800 metri dall'Oceano Indiano. La montagna scoscesa è un must per gli escursionisti più duri, il cui ripido viaggio è ripagato con straordinarie vedute della terra e della laguna dalla cima. Giù sul livello del mare, le due miglia e mezzo di spiagge vuote e incontaminate di Le Morne costituiscono un paradiso per principianti ed esperti kite-surfisti allo stesso modo. One Eye a Le Morne Point è considerato uno dei siti di kitesurf più famosi al mondo.

Esplora Parco nazionale Black River Gorges

Black River Gorges National Park / Oyster

Black River Gorges National Park / Oyster

Questo chiassoso chilometro quadrato di terreno montuoso nebbioso è un sicuro rifugio per le piante endemiche, i mammiferi e gli uccelli di Mauritius, tra cui la volpe volante e il rarissimo piccione rosa. Sentieri escursionistici conducono attraverso foreste pluviali, arbusti e foreste secche a punti panoramici spettacolari su profondi burroni color giada e cascate che scendono dalle falesie verticali. Dopo un trekking nel Black River, fai rifornimento in uno dei tanti punti di ristoro lungo la strada nella città di montagna di Chamarel. Consigliamo l'economico ristorante creolo a conduzione familiare Palais de Barbizon; potrebbe essere necessario attendere un po 'per un parcheggio, ma il cinghiale, verdure in umido, flambé di banana e punch al rum ne valgono la pena.

Vedi i siti di Chamarel

Seven Colored Earth / Oyster

Seven Colored Earth / Oyster

Mentre a Chamarel, fermati per le spettacolari Cascate Chameral di 312 piedi in viaggio verso la famosa Seven Colored Earth. Non entrare in quest'ultimo immaginando una vasta gamma di colori abbaglianti dell'arcobaleno. Invece, aspettati un tratto un po 'piccolo e chiuso di dune di sabbia dall'aspetto surreale. Anche se è compatto e non così vivido come è commercializzato (specialmente nei giorni nuvolosi), questa attrazione lungo la strada vale molto la deviazione e la piccola tassa di ammissione. Il fenomeno geologico consiste in trincee di roccia vulcanica che si sono trasformate in argilla in sette distinte sfumature di marrone, rosso, viola, giallo, blu, verde e viola. L'Ebony Forest Reserve presenta sentieri escursionistici attraverso foreste indigene restaurate, tra cui passerelle a baldacchino e un sentiero da ridgeline con viste mozzafiato su Le Morne e sulla baia.

Passeggia per il giardino botanico di Sir Seewoosagur Ramgoolam

Sir Seewoosagur Ramgoolam Botanical Garden / Oyster

Sir Seewoosagur Ramgoolam Botanical Garden / Oyster

Il Giardino Botanico SSR ha il primato di essere il più antico giardino botanico dell'emisfero australe. Cominciò nel 1730, quando il governatore francese Mahe de Labourdonnais (Mauritius era allora noto come Isle de France) iniziò un orto per la sua residenza, il castello di Mon Plaisir, un maniero con portico a doppio involucro e capolavoro dell'architettura coloniale tropicale che ancora resiste a questo giorno. Mentre la maggior parte dei giardini botanici sono curati alla perfezione, il Giardino Botanico SSR ha un aspetto allettantemente selvaggio e un po 'troppo cresciuto. È sede di piante tropicali endemiche e importate, tra cui canne da zucchero, numerose varietà di palme, alberi di ebano e pesce velenoso e le gigantesche ninfee che sono diventate icone. Tieni d'occhio i cervi, le tartarughe giganti e diverse specie di uccelli che popolano il giardino, oltre alla riproduzione del secolo scorso di uno zuccherificio trainato da buoi, un tempo diffuso sull'isola. Ti consigliamo di noleggiare una delle guide attorno al cancello principale per un tour individuale.

Visita una storica piantagione di zucchero

Disabitata quando fu scoperta dai commercianti arabi alla fine del 900, Mauritius fu invasa e colonizzata nel corso dei secoli da olandesi, britannici e francesi. Un'economia basata sullo zucchero decollò nel 1700, con persone schiavizzate provenienti principalmente dall'India che lavoravano nelle proprietà. Fino ad oggi, l'isola rimane tappezzata di campi verde smeraldo di canna da zucchero, cosparsa di vecchie fornaci da calce , ciminiere e altri cimeli del suo florido passato di colonia di zuccheri. Un museo della fabbrica di zucchero del XVIII secolo, L'Aventure du Sucre, offre ai visitatori una comprensione più profonda con il rapporto dell'isola con il raccolto. Il museo pratico esamina la storia dell'isola, il commercio degli schiavi e la produzione di zucchero attraverso display interattivi e macchinari vintage. I tour includono degustazioni di zucchero, miele, marmellata e rum.

Party and Shop in Grand Baie

Spiaggia al Mauricia Beachcomber Resort and Spa a Grand Baie / Oyster

Spiaggia al Mauricia Beachcomber Resort and Spa a Grand Baie / Oyster

Mentre la maggior parte delle coste di Mauritius sono lagune-lagune sognanti interrotte occasionalmente da vivaci località balneari (come Trou aux Biches e Flic En Flac), Grand Baie nel nord è un vivace centro nevralgico per i turisti. Qui, la principale strada costiera è soffocata da ristoranti, operatori di tour in barca, centri di immersione, negozi di tatuaggi, bar e locali notturni (il Banana Beach Club è uno dei preferiti locali). Le motociclette attraversano auto, camion e autobus striscianti, i venditori parcheggiano sul marciapiede, vendono gnocchi cinesi e dholl puri (frittelle grigliate con curry e verdure).

Le opzioni di acquisto spaziano da un villaggio sul mare con boutique griffate e duty-free a centri commerciali generici al Grand Baie Bazaar turistico, dove è possibile acquistare di tutto, dai cappelli di paglia alla vaniglia fresca. Le Rendez-Vous, nel centro commerciale La Croisette, vende prodotti 100% mauriziani, come borse, vestiti e giocattoli banjara. Questo è tanto sviluppato quanto Mauritius, ma ha ancora la sensazione di una città da spiaggia turbolenta e non una grande metropoli. I viaggiatori che desiderano soggiornare in una zona più tranquilla di Grand Baie dovrebbero guardare gli hotel nell'incantevole quartiere di Pointe aux Canonniers, situato sulla stessa penisola dell'ampio arco sabbioso della spiaggia pubblica di Mont Choisy.

Scatta una foto di Aux-Dame di Notre-Dame

Flickr: Tom Ward

Flickr: Tom Ward

Notre-Dame Auxiliatrice de Cap Malheureux è uno dei siti più fotografati di Mauritius, ed è facile capire perché. La cappella e il campanile sul tetto dal tetto rosso si trovano nella punta più settentrionale dell'isola, nel tradizionale villaggio di pescatori di Cap Malheureux. Il sito offre una vista spettacolare sul mare e Coin de Mire, una maestosa isola rocciosa a nord. La chiesa si trova lungo la strada principale che costeggia la costa ed è facilmente raggiungibile in auto o con l'autobus pubblico.

Stop By Port Louis

Vista dal Labourdonnais Waterfront Hotel / Oyster

Vista dal Labourdonnais Waterfront Hotel / Oyster

Per sbirciare nella vita cittadina di Mauritius, visita la capitale di Port Louis per un'escursione di mezza giornata (quattro ore per la maggior parte dei viaggiatori e la città si spegne dopo il tramonto). Lo storico lungomare di Caudan offre splendide viste sul porto ed è sede del Blue Penny Museum, che racconta i tre distinti periodi coloniali dell'isola. In città, innumerevoli bancarelle di cibo da strada offrono samosas, pollo biryani, roti chaud (focaccia ripieni al curry) e pasticcini (torte al peperoncino fritto). Percorrendo il colorato quartiere coloniale dell'epoca coloniale, i visitatori troveranno snack, prodotti da forno e tinture erboristiche. Nel multi-piano, il mercato centrale dell'era vittoriana e il groviglio di negozi nelle sue vicinanze , gli acquirenti e i cacciatori di souvenir possono acquistare frutta e verdura, spezie e tè, e tessuti e souvenir chintzy. A proposito di mercati, il mercato bisettimanale di Flacq sulla costa orientale e il bazar del lunedì a Mahebourg (vicino all'aeroporto) sono destinazioni commerciali e alimentari essenziali.

Ti piacerà anche: