I 10 distretti a luci rosse più famosi del mondo

Sia che si parli apertamente, sia che si parli a voce bassa, ci sono angoli di quasi tutte le grandi città in cui il commercio sessuale prospera. Dal Nevada ad Amsterdam , Parigi e Bangkok , i quartieri a luci rosse hanno occupato un posto nella mente di artisti, scrittori, bohémien, moralisti, etici e viaggiatori per secoli.

Ovviamente, un groviglio di dilemmi spinosi deve essere slegato prima di considerare l'aggiunta dei distretti a luci rosse più famosi del mondo al tuo itinerario. Innanzitutto, vorrai considerare cosa significa prendere parte a uno spettacolo che spesso sfrutta comunità di donne già emarginate, persone LGBTQ, persone economicamente svantaggiate e persone di colore. È importante tenere presente che molti di coloro che partecipano al commercio del sesso non lo fanno in modo consensuale. C'è anche la questione della legalità: mentre le città come Amsterdam hanno notoriamente leggi liberali che, apparentemente, fanno entrare nel commercio del sesso una scelta che è regolata (e quindi sterilizzata e destigmatizzata), in altre parti del mondo, è un vero crimine. Questo per non parlare del coinvolgimento del lavoro sessuale nell'esacerbare i cicli già esistenti di povertà e violenza nelle regioni in cui il turismo ha già contribuito alle economie del singolo settore.

Ora, con tutto ciò in mente, ecco alcuni dei quartieri a luci rosse più infami del mondo, che vanno dai veri e propri free-all-all-sex alle zone di tolleranza igienizzate e ai quartieri violenti dove i turisti non dovrebbero mai essere visti. Considera te stesso avvertito!


1. Mercato di Patpong, Bangkok, Tailandia

Solo uno dei luoghi che si trovano a Bangkok Patpong.

Solo uno dei luoghi che si trovano a Bangkok Patpong.

Con le sue temperature altissime e il ritmo veloce della vita, Bangkok è essenzialmente pronta per tutte le cose vibranti e sordide. Quindi non sorprende che gli atteggiamenti notoriamente rilassati della città nei confronti del lavoro sessuale – non è esattamente legale, ma nemmeno illegale – hanno reso Bangkok un hub per il commercio nel sud-est asiatico. E mentre questi fatti certamente significano che ti trovi in ​​un'esperienza per le strade intorno a Patpong Market, Soi Nana e Soi Cowboy, può sembrare più che insidioso, e le preoccupazioni sulla tratta di esseri umani non vanno sottovalutate. Una visita al mercato di Patpong, passando per i succulenti stand di cibo di strada e i tavoli pieni di magliette economiche, è un assalto ai sensi e alle sensibilità. Ascolterai venditori ambulanti che vendono di tutto, dagli spettacoli di ping-pong al sesso, e la maggior parte – se non tutti – dei partecipanti si può avere per un prezzo. Tuttavia, se parli con la maggior parte delle persone che hanno assistito a queste scappatelle, l'effetto è tutt'altro che eccitante. Per coloro che scelgono di entrare nei bar e nei club in queste parti della città – in particolare a Patpong – si aspettano minimi di bevande rigorosamente applicate (ed esorbitanti), gestione aggressiva e tattiche di vendita ad alta pressione.

2. DeWallen, Amsterdam, Paesi Bassi

Teatri per spettacoli Peep nel De Wallen di Amsterdam.

Teatri per spettacoli Peep nel De Wallen di Amsterdam.

Amsterdam può evocare molte immagini nelle menti dei viaggiatori: affascinanti canali, abiti olimpionici olimpionici di pattinaggio alla velocità, case a schiera pittoresche, odore di erba e pancake olandesi vengono tutti in mente. Ovviamente, ha anche uno dei quartieri a luci rosse più famosi al mondo – ed è una grande attrazione per il circuito turistico della città. Ad Amsterdam , le lavoratrici del sesso occupano cabine con finestre lungo le strade del De Wallen, una parte della città che ospita gli studenti, i turisti e le lavoratrici del sesso. Le leggi in vigore dal 2000 hanno ripulito quello che una volta era una parte della città che era afflitta da malattie sociali. In questi giorni, la prostituzione è illegale, i bordelli devono essere autorizzati e tutti coloro che sono coinvolti, dal cliente al lavoratore, pagano le tasse. La città ha persino un'unione per le lavoratrici del sesso. Inoltre, organizzazioni come il Prostitution Information Center offrono piattaforme pro-sex e pro-legalizzazione per le lavoratrici del sesso in città (così come tour del De Wallen con ex sex worker). L'obiettivo è quello di stigmatizzare coloro che operano nel settore, consentendo al tempo stesso ai lavoratori che scelgono di impegnarsi in questa linea di lavoro. Anche così, questo non vuol dire che sia tutto roseo nel commercio sessuale di Amsterdam – nonostante il bagliore rosa fosforescente sul De Wallen dalle sue iconiche luci rosse. Mentre la forma del lavoro sessuale legata alle finestre è fortemente regolamentata, le preoccupazioni etiche continuano a prosperare su altre forme di lavoro sessuale basato sulle strade e, nonostante numerosi arresti e repressioni, la tratta di esseri umani continua ad essere presente in città.

3. Pigalle, Parigi, Francia

Il famoso Moulin Rouge si trova tra le buffonate alimentate dal sesso e dall'allegria di Pigalle.

Il famoso Moulin Rouge si trova tra le buffonate alimentate dal sesso e dall'allegria di Pigalle.

Ah, Parigi – è una città per il romanticismo e l'amore. Tutt'intorno, le coppie con occhi da cerbiatto osservano luoghi come la Torre Eiffel, le sale dorate di Versailles e la collezione del Louvre. Forse ha senso che il lato più sexy della vita possa essere trovato anche qui – e anche se il lavoro sessuale è illegale a Parigi , i funzionari generalmente chiudono un occhio sull'industria. Infatti, se ti stai dirigendo verso la stupenda Basilica del Sacro Cuore, o scattando un selfie con il Moulin Rouge, ti trascinerai attraverso quello che è ancora il quartiere a luci rosse più attivo di Parigi. Negozi di sesso, negozi porno, strip club e spettacoli di peep sono abbondanti in tutta Pigalle, e gli operai di strada occupano anche le aree più affollate. Dovresti notare che la microcriminalità non è inaudita in questa parte della città e che sollecitare le prostitute è illegale in Francia. Pigalle è anche sede di molti bar e club turbolenti, e quando la belligeranza alimentata con alcol viene aggiunta al mix, l'atmosfera può aumentare rapidamente. Tuttavia, come ogni buona metropoli che valga il suo peso in sale capitalista, l'area è rapidamente raffinata, in particolare in quella che è conosciuta come South Pigalle – un paradiso per l'élite hipster che spende i suoi soldi per cocktail su misura, felpe uniche e minuscole piastre di cibo.

4. Kabukicho, Tokyo, Giappone

Le luci brillanti di Shinjuku ospitano i club di host e hostess di Kabukicho.

Le luci brillanti di Shinjuku ospitano i club di host e hostess di Kabukicho.

I club ospitanti e hostess di Kabukicho sono la leggenda. Proprio nel mezzo di uno dei quartieri più affollati di Tokyo – il distretto di Shinjuku – si trova questa parte della città piena di sesso. Qui, i bar sono frequentati esclusivamente da uomini e donne piuttosto giovani e le tariffe coincidono con la reputazione del club. Nella maggior parte di questi stabilimenti, gli uomini e le donne sono pagati ai clienti, ma i servizi rimangono abbastanza docili (conversazione e flirt). Tuttavia, i bar in cui il sesso è in vendita sono certamente in quasi ogni isolato in questa parte di Tokyo . Vale anche la pena notare che la gestione può diventare estremamente aggressiva su quanto un cliente deve per le bevande durante ogni visita – e che a volte non corrisponde al prezzo quotato al momento dell'ingresso nello stabilimento. Vale anche la pena notare che gli stranieri a volte sono esclusi da questi luoghi. E nel caso pensaste che un Giappone ben educato avrebbe un commercio sessuale spic-and-span, ripensateci. Il lavoro sessuale è tecnicamente illegale (sebbene ci siano modi per aggirare queste leggi), e il crimine organizzato gioca un ruolo importante nelle attività quotidiane di Kabukicho.

5. Patong, Phuket, Tailandia

Immagine di Bangla Road per gentile concessione di Nicolas Lannuzel via Flickr .

Immagine di Bangla Road per gentile concessione di Nicolas Lannuzel via Flickr .

Un sacco di viaggiatori atterrano a Phuket con visioni di spiagge fiancheggiate da palme, il mare turchese delle Andamane e le spiagge incontaminate. E tutto ciò si può certamente trovare in questa isola tropicale. Tuttavia, ci sono tasche in cui tutto ciò che non crogiolarsi al sole è nella mente – in particolare a Patong . La città è l'hub principale del partito di Phuket, e discoteche e bar turbolenti battono con musica dal vivo fino a tardi. Proprio come i quartieri a luci rosse di Bangkok, troverai anche tutti i tipi di sesso a pagamento, spettacoli sessuali e tutto quello che puoi immaginare. Il cuore dell'azione è raggruppato lungo Bangla Road, dove si trovano alcuni dei più noti bar e club, insieme a prostitute su apparentemente ogni marciapiede. Mantieni la tua mente su di te, come faresti a Bangkok, perché anche entrare in uno dei bar go-go può comportare costi piuttosto elevati per le bevande, una gestione spesso aggressiva e richieste più che urgenti.

6. Calle Pedro Clisante, Sosua, Repubblica Dominicana

Le splendide spiagge della regione di Sosua sono un'alternativa un po 'più tranquilla alla scena in città.

Le splendide spiagge della regione di Sosua sono un'alternativa un po 'più tranquilla alla scena in città.

Per essere onesti, questo non è un quartiere a luci rosse a titolo definitivo – non vedrai spettacoli di sesso e negozi di porno allineati fianco a fianco. Invece, per i visitatori di Sosua , Pedro Clisante è il fulcro della vita notturna della città. Ristoranti e bar aprono un negozio lungo la strada, con gli avventori che si riversano dappertutto. All'interno del mix, naturalmente, ci sono le prostitute che sono un appuntamento fisso in molte delle città balneari della Repubblica Dominicana. Alcuni viaggiatori li trovano aggressivi, altri semplicemente come parte della scena locale e altri ne prendono poco in considerazione. Ma sono onnipresenti, in particolare nelle aree intorno ai più grandi locali notturni. Come molte nazioni delle cinture solari in cui dilagano le disuguaglianze economiche, i problemi persistono qui sullo sfruttamento, il crimine organizzato e la vasta rete di mali sociali che hanno fatto fiorire il lavoro sessuale – legalmente. Certamente non aiuta che un sacco di canadesi, americani ed europei si riversano su Sosua a guisa di denaro spendibile e disprezzo delle conseguenze.

7. Schipperskwartier, Anversa, Belgio

https://www.instagram.com/p/BJ6ZXVPgFEu/

Le zone di tolleranza sono fiorite nelle città di tutto il Nord Europa, poiché l'atteggiamento nei confronti di tutto, dalla tossicodipendenza al lavoro sessuale, è diventato più progressista. A sua volta, il coinvolgimento della criminalità organizzata, i tassi di malattia e altri elementi un tempo pericolosi degli angoli precedentemente illeciti della società sono stati ripiegati nel tessuto urbano. Nello Schipperskwartier di Anversa , questo si traduce in un quartiere a luci rosse quasi impeccabilmente pulito che fonde l'approccio legalizzato di Amsterdam con qualcosa come un mini-centro commerciale di sesso. Con la Villa Tinto al centro, questa sezione di tre blocchi di città attira chi cerca sesso e chi cerca semplicemente di dare un'occhiata alla scena. Questa parte della città è anche una destinazione go-to per club e vita notturna.

8. Nevada

https://www.instagram.com/p/JVru_coZNW/

Menziona il Nevada e le luci brillanti, i soldi facili e l'edonismo sfrenato di Las Vegas . Alcuni americani potrebbero anche pensare all'affermazione spesso ripetuta che è la patria della prostituzione legalizzata. Questo non è del tutto vero, e le leggi che regolano il lavoro sessuale variano da contea a contea. Infatti, la contea di Clark (che è sede di Las Vegas) non consente che il lavoro di sesso legalizzato si svolga all'interno dei suoi confini. Come tale, lo stato a luci rosse del Nevada è un po 'più diffuso. In effetti, la maggior parte dei bordelli legali in Nevada sono piuttosto lontani dai suoi principali centri urbani (secondo la legge del Nevada, l'industria è legale solo nelle contee con una popolazione inferiore a 700.000). Il governo richiede anche regolari test STD e uso obbligatorio del condom.

9. Copacabana, Ipanema e Vila Mimosa, Rio de Janeiro, Brasile

Appena fuori dalla splendida spiaggia di Copacabana, a Rio, si trovano alcuni dei più famosi bordelli del Brasile.

Appena fuori dalla splendida spiaggia di Copacabana, a Rio, si trovano alcuni dei più famosi bordelli del Brasile.

Proprio come Sosua nella Repubblica Dominicana, la mancanza di restrizioni sul lavoro sessuale in Brasile significa che mentre il commercio prospera, è un po 'più integrato nel tessuto quotidiano della città in generale. In quanto tale, non ci sono zone di Rio de Janeiro piene zeppe di negozi di sesso e di cinema. Invece, si possono trovare massicci bordelli in molti dei principali quartieri sulla spiaggia, tra cui Copacabana e Ipanema . Copacabana, con il suo fascino sbiadito, ha un'atmosfera più cupa, e proprio a sud si trova uno dei bordelli più infami dell'America Latina, il Centauro. Questo mega-bordello è costruito per gli high roller e ha attirato un sacco di celebrità, anche se ci sono altri bordelli a Ipanema, come Monte Carlo. Se hai voglia di prendere la tua sicurezza personale per un giro rischioso, Vila Mimosa è il vero quartiere a luci rosse della città, dove le vetrine fungono da attività di copertura per una vasta rete di prostitute, protettori e le relative appendici in questo settore. Tuttavia, non si dovrebbe assolutamente tentare di visitare questo quartiere in una gita informale: è pericoloso per chiunque, ma è frequentato da gente del posto e ha una reputazione violenta. In ogni caso, come nella maggior parte delle aree in cui persistono divari di reddito e disuguaglianza, l'agenzia di coloro che sono coinvolti nel commercio non è sempre chiara, e molti luoghi applicano tassi di affitto esorbitanti dei loro lavoratori, mantenendoli radicati nella povertà (e nel debito) offrendo l'impiallacciatura di denaro contante.

10. Reeperbahn, Amburgo, Germania

Reeperbahn illumina l'immagine per gentile concessione di Martin Abegglen via Flickr .

Reeperbahn illumina l'immagine per gentile concessione di Martin Abegglen via Flickr .

Il De Wallen di Amsterdam ottiene la parte del leone dell'attenzione quando si tratta di quartieri europei a luci rosse, ma Reeperbahn ad Amburgo è altrettanto famoso. La zona è piena di locali notturni e bar, rendendola un punto di riferimento per viaggiatori e gente del posto che vuole scatenarsi nel weekend. È anche sede di Herbertstrasse, dove le donne e le persone sotto i 18 anni sono severamente vietate. In effetti, la stessa strada è chiusa per aiutare a far rispettare questa politica. Altrimenti, il quartiere è un melange di sexy shop, negozi porno e simili, tutti mescolati a persone in cerca di bei momenti. Il lavoro sessuale è legale in Germania, quindi ci sono regolamenti che riguardano lo sforzo che, almeno in superficie, mantengono le cose un po 'meno volgari che in altre parti del mondo. Anche così, non venire qui aspettando il caldo e lo sfocato.

Ti piacerà anche: